L’azienda pubblica di Lignano chiede 300mila euro al presidente Zanin

Il braccio di ferro a Lignano.

Finirà con uno scontro in tribunale il braccio di ferro tra Mtf, l’azienda detenuta da Ambiente Servizi e Comune di Lignano, e Piero Mauro Zanin ex direttore generale nell’impresa e presidente del Consiglio regionale. L’azienda ha deciso di chiedere a Zanin di restituire gli stipendi ottenuti, circa 300mila euro.

Questi soldi sarebbero stati percepiti indebitamente dal gennaio 2017 al luglio 2019, periodo in cui era amministratore unico e direttore generale.

Zanin non ha intenzione di cedere alle richieste dell’ex azienda: si rivolgerà, probabilmente al Tribunale del lavoro per resistere legalmente.

(Visited 584 times, 1 visits today)
Autore: Sabrina Certomà

Note sull'autore