La Slovenia riapre i confini per fare la spesa, ma solo per 2 ore

Le ultime disposizioni sul confine in Fvg.

Secondo le ultime disposizioni anti-Covid diramate dal Governo della Repubblica di Slovenia, gli sloveni e gli italiani possono oltrepassare liberamente il reciproco confine nazionale per gli acquisti. Ci sono, però, due condizioni: bisogna tornare nel proprio paese d’origine entro due ore e i servizi commerciali scelti per la spesa devono essere più vicini al confine rispetto a quelli del proprio territorio.

Dunque, un cittadino residente nel centro di Trieste o Gorizia non può recarsi in Slovenia a far benzina o a fare la spesa in quanto fuori dalla sua abitazione ci sono già i negozi in cui comprare tutto ciò che serve (e violerebbe inoltre il Dpcm italiano). Al contrario, chi abita più verso il confine, potrà entrare in Slovenia per le spese.

Con questo nuovo provvedimento, il Governo sloveno ha cercato di alleggerire la situazione economica sulla frontiera. Buona parte dei ricavi di negozianti e benzinai sono dovuti ai cittadini italiani che sconfinano.

(Visited 13.363 times, 11 visits today)

Note sull'autore