Reana del Rojale: continua la tradizione della sagra della patata

La sagra della patata torna a Reana del Rojale.

Come ogni anno, torna l’appuntamento della sagra della patata a Reana del Rojale, che cade tra l’ultima settimana di settembre e la seconda di ottobre. La festa è interamente dedicata alla patata, prodotto alimentare arrivato in Europa sulle navi di Cristoforo Colombo di ritorno dalle Americhe.

L’offerta proposta nelle contrade.

Oltre alla mostra che è anche un mercato, nelle trattorie del centro storico verranno proposti dei menù speciali, tutti interamente composti a base di patate, il prezioso tubero che su questi terreni ha trovato l’habitat naturale per sviluppare le sue migliori caratteristiche.

I nuovi prodotti arrivati grazie alle scoperte.

Assieme al pomodoro, al mais e ai fagioli, la patata è stata una delle nuove coltivazioni europee del XV secolo, arrivate dopo la scoperta delle Americhe. Erano i prodotti che Cristoforo Colombo aveva visto coltivare dagli Indios in Messico, Guatemala, Perù e Bolivia.

Tutti questi vegetali riuscirono a conquistare velocemente le cucine della popolazione europea, diventando gli artefici di una vera e propria rivoluzione alimentare.

All’inizio, la patata era considerata come un prodotto infernale e diabolico, perchè era in grado di fruttificare sottoterra; superata questa barriera mentale, vinse la fame di intere popolazioni.

I benefici del tubero.

In molti studiosi hanno sostenuto la tesi che se non si fossero importati dalle Americhe tanti prodotti, la popolazione europea si sarebbe estinta per la fame. Chiaramente, queste sono solo supposizioni, di certo, le mense sarebbero più povere in sapori e profumi.

Condividi l'articolo