Un’azienda di Buttrio rivoluzione il magazzino con i comandi vocali

L’innovativa soluzione studiata da un’azienda di Buttrio.

Magazzino con un aumento del 50% in efficienza, in cui si è movimentato il 35% di colli in più, le operazioni sono cresciute del 35% a fronte di una riduzione del 70% degli errori e di un taglio dei tempi dell’80% nell’inserimento di nuovo personale.

Sono alcuni dei risultati raggiunti dalle soluzioni di efficientamento e digitalizzazione di magazzino operate da Overlog, trent’anni di specializzazione nelle soluzioni software per la gestione logistica, in azienda italiane molto importanti dedicate a diversi settori, tra cui il food&beverage.

Molteplici le esigenze imprenditoriali cui dare risposta adeguata: aumento della qualità del servizio; riduzione dei tempi di prelievo ed evasione ordini; riduzione dei costi; riduzione degli errori di spedizione; puntualità nelle consegne; gestione della merce basta sulla data di scadenza.
Overlog ha messo a punto una soluzione efficace e immediata utilizzando Slim2K e la tecnologia integrata Voice, con risultati tangibili nella gestione del magazzino per ottimizzazione dei flussi, consegna delle merci, riduzione di tempi, costi ed errori.

Punta di diamante dell’intervento, la tecnologia Voice che, in magazzino, consente agli operatori di lavorare a “mani libere”, senza dover leggere le disposizioni sul display del palmare; ricevere i comandi vocali direttamente in cuffia anziché su un display; effettuare comandi vocali direttamente dal microfono integrato, anziché tramite bar code o tastiera. Ne conseguono maggiore velocità operativa e maggiore qualità delle operazioni.

“In virtù della tecnologia Voice che permette di non dover impiegare le mani – spiega il Ceo di Overlog, Marco Crasnich -, l’operatore seleziona l’ordine di picking dal terminale che è collegato via rete wi-fi con SLIM2k. Il sistema SLIM2k, attraverso delle speciali cuffie bluetooth create appositamente per la tecnologia Voice, insonorizzate per isolare l’operatore da eventuali rumori esterni, fornisce all’operatore le coordinate del prodotto da prelevare nel magazzino”.

L’operatore si reca quindi nella posizione richiesta e non deve inquadrare con il terminale il codice a barre, bensì parlare al sistema indicandogli il codice della postazione a cui è giunto. Una volta verificata la postazione, il sistema gli dirà quanti articoli prelevare. Utilizzata soprattutto nel sistema della Gdo e del Food&beverage, la tecnologia Voice si sta affermando anche in altri settori, quali manifatturiero, tessile, moda, pelletteria, logistica e distribuzione.

Condividi l'articolo