Ethereum: Merge, si riparte?

Ethereum, conosciuto anche come ETH, è la seconda critpovaluta per capitalizzazione ed importanza al momento.

In questi giorni si stanno effettuando i test che spingeranno Ethereum verso il Merge, con il conseguente passaggio al sistema di validazione dei blocchi chiamato Proof of Stake.

In questi giorni l’andamento delle criptovalute sta subendo alcune variazioni, controllare il grafico dell’Ethereum aiuta molto a capirne le oscillazioni.

Ma approfondiamo i passaggi del Merge che sta affrontando ETH. Ci sono delle polemiche in corso riguardo i ritardi collegati a questo passaggio. Ma nel frattempo possiamo registrare il completamento delle operazioni di merge su un’importante Testnet.

Si tratta di Sepolia che ha visto la luce di un passaggio, che fatta eccezione per dei problemi minori facilmente risolti o risolvibili, potrà essere completato dichiarandone il successo.

Questo va considerato in tutto e per tutto un importante passo avanti che avvicina, velocemente, l’arrivo del merge anche nella rete principale.

Questo è sicuramente un ottimo segnale per Ethereum, sul quale possiamo investire anche con KuCoin. Quest’ultimo è un affidabile e pratico exchange, che ti permetterà di comprare tantissimi tipi di criptovalute. Potrai trarne guadagni tramite l’attività di trading oppure aumentare la tua rendita in diversi modi. La solidità di questo exchange è data anche da KCS, il token molto promettente e ben avviato dello stesso exchange.

Il merge testato su Sepolia ha dato esito positivo. Ciò permetterà ad Ethereum di migliorare scalabilità e costi.

Sepolia è una delle più importanti Testnet dell’intero ecosistema cripto. Gli specialisti e i tecnici che hanno assistito a questo passaggio, andato a buon fine, sono rimasti molto ben impressionati.

Come dicevamo ci sono stati dei problemi minori, di poca rilevanza, nella produzione di blocchi da parte di un validatore. Ma tutto è già risolto o semplicemente risolvibile.

A questo punto sembra che tutto sia pronto per il passaggio seguente. Manca infatti solamente una Testnet. Si tratta di Goerli, dopodiché si andrà in tutto e per tutto sulla mainnet. Il passaggio quindi tra PoW a PoS sarà del tutto indolore e avverrà senza alcun problema.

Onestamente questo passaggio non piace proprio a tutti, ma in questo momento storico di Ethereum è assolutamente obbligato.

Anche alcuni specialisti avanzano qualche polemica per questo next step che però aiuterà a mantenere Ethereum in un ruolo centrale e molto importante all’interno del mondo della finanza decentralizzata e dei suoi servizi accessori su chain.

I tempi per il passaggio finale sulla main net non sono ancora certi.

Alcuni si sono sbilanciati per segnalare quelle che potrebbero essere delle date definitive per il passaggio. In linea di massima dovremmo essere molto vicini, ma sicuramente ci sarà da aspettare prima di avere una data realistica.

Sottolineiamo però che nel frattempo tutto sta procedendo nella direzione giusta senza veri problemi. Quindi presto potremo beneficiare della svolta per tutto l’ecosistema Ethereum e tutte le dApps con relativi servizi che sono stati creati su questa magnifica Blockchain. 

Potremo anche ben sperare in una ripresa della criptovaluta stessa. Dopo i ben noti fatti successi all’ecosistema Terra-Luna, abbiamo assistito ad un crollo che ha riguardato tutto il settore. Chissà che questo però non sia proprio il momento d’investire per potersi aggiudicare i migliori token ad un prezzo molto conveniente. 

In fondo i momenti migliori per investire sono proprio quelli dove il valore del bene in questione, in questo caso le criptovalute, scende. Dopo sarà facile fregarsi le mani andando a vedere i guadagni che matureranno nel tempo. 

Il mondo cripto è il futuro, per molti sono dei beni rifugio ed investire nel momento giusto può essere decisivo, il tutto anche alla luce dei grandi cambiamenti a cui stiamo assistendo.

Condividi l'articolo