Stretta sul Green Pass in Fvg, maggiori controlli nei locali e sui mezzi pubblici

Il piano del governo sui controlli sul Green Pass in Fvg.

I contagi non sembrano arrestarsi in Friuli Venezia Giulia e da Roma è arrivata una circolare ai Prefetti per intensificare le attività di controllo. Come è stato comunicato nei giorni scorsi, la regione rappresenta una delle situazioni peggiori in termine di occupazione dei posti letto da parte di pazienti Covid. Il dato, infatti, è del del 14% per le terapie intensive e del 23% per le aree mediche. Proprio per il quadro d’allarme complessivo da lunedì 29 novembre per il Fvg è scattata la zona gialla. Nonostante già i numerosi controlli che si stanno svolgendo in tutta la regione, il ministero degli Interni ha optato per delle misure di verifiche ancora più capillari e mirate.

I controlli.

Il governo ha richiesto l’impegno di tutte le forze dell’ordine, coordinate in attività di controllo nei vari centri di possibili assembramenti. “Si ribadisce l’esigenza che la polizia di Stato e l’arma dei carabinieri indirizzino le rispettive attività, con il necessario ausilio degli operatori di polizia – si legge all’interno della circolare – prioritariamente nel settore del trasporto pubblico locale“. Ecco quindi che, seguendo le linee del Viminale, le verifiche verranno intensificate sui mezzi pubblici locali.

Non sono esenti dai controlli gli esercizi commerciali e della ristorazione. Sempre all’interno del documento è stato specificato che “nel settore degli esercizi pubblici e della ristorazione di sicuro rilievo è da considerare l’attività di controllo della polizia municipale“. In questo caso, per evitare una sovrapposizione con i controlli della guardia di finanza, il Viminale ha sottolineato la necessità di un’attenta pianificazione.

Il governo poi ha precisato che per celebrazioni e feste sarà possibile la partecipazione anche solo con il tampone, quindi con il Green pass base. Nel caso in cui, però, i controlli non risulteranno sufficienti ad arginare la situazione, il governo è già pronto ad attivare di nuovo delle limitazioni. Tra queste, ad esempio, tornerebbero le capienze limitate nei luoghi chiusi, ora non previste in regione perché solo chi ha il Super green pass può accedervi.

Condividi l'articolo