Esercizio abusivo della professione, sequestrato studio dentistico a Gorizia

Gorizia, sequestrato studio dentistico.

I carabinieri del Nas di Udine hanno dato esecuzione a un sequestro  preventivo disposto dal Tribunale di Gorizia, nei confronti di uno studio  medico odontoiatrico in provincia di Gorizia. L’atto scaturisce da un controllo ispettivo da parte dei Nas nei confronti dello studio professionale, all’interno del quale lavorava anche un odontotecnico che però effettuava prestazioni sanitarie di esclusiva competenza dell’odontoiatra.

Durante l’ispezione igienico sanitaria venivano denunciati alla Procura della Repubblica di Gorizia il direttore sanitario dello studio e l’odontotecnico che aveva effettuato delle prestazioni agli ignari pazienti,  entrambi per il reato di  esercizio abusivo della professione medica in  concorso, segnalazione dalla quale è scaturito il provvedimento  di sequestro dell’intero studio dentistico. Il valore della struttura medica e dei macchinari è di circa 300mila euro.

L’intervento dei Nas si era reso necessario in quanto l’odontotecnico è una figura professionale che ha il compito di creare o adattare manufatti protesici e sviluppare dalle impronte per i pazienti, su richiesta dal dentista che, come noto, è un professionista in possesso di laurea in Odontoiatria o Medicina e Chirurgia ed è iscritto all’albo degli odontoiatri, perciò solamente a lui è consentito effettuare tutte le operazioni relative all’ispezione  del cavo orale del paziente.

Condividi l'articolo