La scuola elementare ed il Comune di Grado diventano più green

La giunta comunale di Grado ha approvato i progetti esecutivi.

La sede del Comune di Grado in piazza Biagio Marin e la scuola primaria Dante Alighieri in Schiusa saranno più “green”. La giunta comunale, infatti, ha approvato due progetti esecutivi, per un importo complessivo di circa 490 mila euro, per l’adeguamento normativo e l’efficientamento energetico dei due edifici comunali.

I lavori nella sede municipale.

Per la sede municipale di piazza Biagio Marin i lavori consistono nella sostituzione del generatore di calore esistente con uno nuovo a condensazione completo di bruciatore modulante e nella realizzazione di un nuovo condotto di evacuazione fumi, la realizzazione di un nuovo sistema di monitoraggio e di controllo della centrale termica maggiormente efficiente ed in grado di controllare i vari componenti dell’impianto, l’adeguamento dei quadri elettrici della centrale termica ed inoltre l’installazione di un nuovo impianto di condizionamento aria del tipo multisplit su tutto il piano terra della sede comunale, suddiviso in più zone, in modo da soddisfare l’ala est sede dell’Anagrafe, l’ala ovest (Turismo e Suap) e la sala del Consiglio.

I lavori alla Dante.

Per la scuola elementare Dante Alighieri i lavori consistono nella sostituzione del generatore di calore esistente con uno nuovo a condensazione completo di bruciatore modulante e nella realizzazione di un nuovo condotto di evacuazione fumi, la realizzazione di un nuovo sistema di monitoraggio e di controllo della centrale termica maggiormente efficiente ed in grado di controllare i vari componenti dell’impianto, l’adeguamento dei quadri elettrici della centrale termica e l’installazione di un sistema dedicato per la produzione Acqua Calda Sanitaria, con alimentazione a gas metano. Inoltre è prevista l’installazione di un nuovo impianto di riscaldamento e condizionamento aria che prevede la suddivisione dell’edificio in più zone.

La quasi totalità della volumetria dell’edificio verrà trattata con il nuovo impianto a ventilconvettori per il riscaldamento invernale e il condizionamento estivo. Alcuni locali di servizio verranno invece serviti da un impianto di solo riscaldamento invernale a radiatori. Il progetto prevede che ogni aula sia dotata di due ventilconvettori, per distribuire meglio l’aria in ambiente.

(Visited 162 times, 1 visits today)

Note sull'autore