La ricetta delle frittelle per festeggiare il Carnevale secondo la tradizione friulana

Questo piatto era conosciuto già ai tempi dell’Antica Roma. Infatti, gli antichi romani chiamavano questi dolci frictilia. In seguito, il piatto ebbe una nuova vita in terra spagnola per poi diffondersi ovunque.

Consumate abitualmente o durante le festività di Carnevale, le frittelle vengono mangiate in molti paesi del mondo e, ovviamente, anche in Friuli.

Gli ingredienti.

  • 500 grammi di farina 00
  • 4 uova intere
  • 1 pizzico di sale
  • 100 grammi di zucchero
  • 12 cucchiai di olio
  • 12 cucchiai di vino bianco o di latte
  • la buccia grattugiata di 1 limone e di 1 arancia
  • 1 bicchierino di rum
  • 300 grammi di uvetta
  • 1 lievito
  • 1 litro di olio per friggere
  • zucchero a velo

La ricetta.

Mettete in ammollo l’uvetta, grattugiate il limone e l’arancia. Sbattete bene le uova con lo zucchero e il sale con i dodici cucchiai di olio, aggiungete il vino (o il latte), le scorze grattugiate e il rum; strizzate e asciugate l’uvetta, quindi aggiungetela all’impasto.

Mischiate bene e aggiungete la farina setacciata con il lievito, facendo attenzione che non si formino grumi. Quando la pastella è pronta (non deve essere troppo liquida, ma abbastanza consistente), prendete una teglia abbastanza larga e versate 1 litro di olio di semi di mais o di girasole.

Preparate una scodella con dell’acqua fredda e metteteci dentro 1 cucchiaio e 1 cucchiaino, prendete una piccola porzione di pastella con il cucchiaio e aiutatevi con il cucchiaino per farla cadere nell’olio bollente.

Continuate così finchè è finito il prodotto. Man mano che le frittelle diventano dorate, giratele e rigiratele, quindi toglietele dal fuoco. Mettetele a sgocciolare su una carta assorbente e, una volta sgocciolate, aggiungete zucchero a velo a piacere.

(Visited 10.112 times, 2 visits today)

Note sull'autore