Vini e sapori del territorio protagonisti a Latisana nella serata di Calici di Stelle

Torna Calici di Stelle a Latisana.

Illuminata, festosa e gremita di gente: così si presentava nella serata di ieri, mercoledì 10 agosto, Piazza Indipendenza, nel centro di Latisana. Si è svolta, dopo due anni in cui le troppe restrizioni non avevano consentito alla manifestazione di dare il meglio di sé, la diciassettesima edizione di “Calici di stelle”, un’occasione in cui vini e sapori del territorio sono stati i protagonisti assoluti.

L’atmosfera particolare e suggestiva, allietata da gradevoli note musicali, è stata la cornice perfetta per uno degli eventi più attesi di tutto l’anno. Il Movimento turistico del vino FVG , assieme alla “città del vino”, patrocinati dall’agenzia nazionale del turismo, hanno sorretto l’organizzazione dell’evento, che la Pro Latisana ha sapientemente imbastito: sette aziende vitivinicole, sette aziende con proposte culinarie rigorosamente del territorio, aziende agricole con prodotti a km zero , oltre agli espositori dei vari prodotti, delle ‘chicce’ che, per l’occasione, sono state presentate per la prima volta agli occhi, ma soprattutto al palato delle persone, orgogliose di riscoprire le prelibatezze , e sono parecchie, della nostra terra.

“Finalmente quest’anno la manifestazione riparte a 360 gradi e ci dà la possibilità di esporre al meglio tutti i prodotti rigorosamente del nostro territorio. Inoltre quest’anno l’appuntamento è stato doppio per quanto riguarda il comune di Latisana: venerdì 5 agosto si è svolta la medesima manifestazione ad Aprilia Marittima, presso la Piazzetta Imbarcadero, che ha avuto un grande successo, essendo stata la prima edizione che ha visto coinvolgere la comunità marittima. Latisana è una delle 250 location in tutta l’Italia in cui si svolge questa manifestazione, ed è anche una delle 22 tappe che vengono svolte in Friuli”, racconta emozionato Pietro De Marchi, Presidente della Pro Latisana.

Alle 19,30 la via principale della cittadina era già pronta ad accogliere i primi avventori, seguiti poi, nel corso della serata, da tutti i nostalgici dei sapori, degli odori e di chi ha finalmente avuto modo di aggregarsi nuovamente davanti ad un buon bicchiere di vino locale, accompagnato da salumi e formaggi delle più prestigiose aziende della zona. Un’occasione in cui l’amore per il territorio friulano si è sposata perfettamente con la voglia di festeggiare non solo i prodotti eccellenti, ma anche, la finalmente ritrovata normalità.

Condividi l'articolo