Blackout a Monfalcone, ancora più di mille utenze senza elettricità

Sono ancora mille le utenze senza elettricità a Monfalcone a causa del blackout.

Il sindaco, Anna Maria Cisint, in costante contatto con il dott. Riccardo Semenzato, responsabile istituzionale per l’Italia di Enel, ha chiesto di agire immediatamente per riportare la situazione alla normalità e di conoscere le motivazioni che hanno determinato il blackout cominciato la scorsa notte e che perdura in alcune aree della città. 

Enel ha comunicato che, intorno all’1 e 15, a causa del caldo eccessivo e dell’umidità, sono saltate quattro linee interrate di media tensione, che alimentano 52 cabine fornitrici di energia per la bassa tensione. I tecnici sono intervenuti tempestivamente per tentare di ripristinare le linee, utilizzando delle apparecchiature provvisorie, che in mattinata, alle 9.36, si sono guastate. A quell’ora, le utenze interessate dal blackout risultavano 9.000 a Monfalcone, 1.000 a Staranzano e meno di 100 a Ronchi.

La situazione a Monfalcone.

Sono tuttora in corso i lavori per risolvere la situazione. Alle ore 13 Enel ha ripristinato una linea. Attualmente sono ancora al buio circa 1.100 utenze monfalconesi.

“Siamo in costante contatto con Enel, per cercare di capire quando sarà completamente ripristinata la fornitura di energia elettrica – ha spiegato il sindaco Cisint. Non è pensabile che, nel 2022, e con le bollette sempre più care, si verifichino queste situazioni che provocano disagi e danni gravi a cittadini ed imprese. Tutte le pattuglie della Polizia Locale sono impegnate a veicolare il traffico agli incroci perché alcuni semafori ancora non funzionano e stiamo comunque monitorando la situazione in ospedale e nella casa di riposo, anche se attualmente non desta preoccupazione grazie alla presenza dei gruppi elettrogeni di cui entrambi i siti sono dotati.  Abbiamo inoltre verificato che la fornitura idrica non ha subito disagi perché Irisacqua possiede dei generatori in grado di garantire l’approvvigionamento dell’acqua.

Le segnalazioni al Comune.

“Il Comune è a disposizione, con la Protezione Civile, per supportare i cittadini in cura con terapie elettromedicali chiamando il numero 800 500 300 – continua il sindaco – . Da questa mattina stiamo accogliendo le segnalazioni per avere contezza dei danni gravi che i monfalconesi stanno subendo e provvederemo a chiedere ad Enel i dovuti risarcimenti. Le segnalazioni per danni gravi possono essere inviate all’indirizzo mail: sindaco@comune.monfalcone.go.it.”

Condividi l'articolo