Osoppo sotto shock per la morte di “Ale”: “Era il figlio che tutti vorremmo”

Il ricordo di Alessandro Alessandrini a Osoppo.

Il giorno dopo la tragedia, Osoppo è ancora sotto shock. Il paese si è svegliato con il magone e gli occhi ancora bagnati di lacrime dopo la tragica scomparsa di Alessandro Alessandrini, il giovane di 24 anni morto ieri a causa di un incidente sul lavoro al salumificio Principe di San Daniele.

“La comunità è scossa – racconta Luigino Bottoni, sindaco di Osoppo -. Alessandro era ben voluto da tutti, radioso, solare e amichevole. Era il figlio che tutti vorrebbero avere“. Lui, il ragazzo lo conosceva bene. Erano vicini di casa. “Lo vedevo passare quasi ogni giorno, a piedi o in auto – dice il primo cittadino -. Il ricordo è di un ragazzo eccezionale, pronto a dedicarsi al paese“.

Sì, perché Alessandrini era arrivato a vivere qui nel 2014 e non aveva faticato a crearsi degli amici. Faceva parte anche dell’associazione Friul Adventures – Fiore, sodalizio impegnato in vari progetti di solidarietà. “È una tragedia terribile, non si riesce a trovare una spiegazione” conclude Bottoni, con l’emozione che gli fa vibrare la voce. I funerali di Alessandro Alessandrini non sono stati ancora fissati.

(Visited 1.981 times, 1 visits today)

Note sull'autore