Da Pavia di Udine a Firenze e Barcellona, commesse di prestigio per Fibre Net

Le nuove commesse di rilievo per la friulana Fiber Net.

Bilancio raddoppiato rispetto allo scorso anno per Fibre Net di Pasian di Prato che in questo modo si conferma leader nel mondo delle costruzioni e infrastrutture. La società infatti è passata da 15,5 milioni del 2020 a oltre 30 milioni a fine dicembre. Aspetti fondamentali per le attività di Fibre Net è la ricerca, tramite progetti di università di tutta Italia, e lo sviluppo. Grazie a questi due elementi l’azienda riesce a identificare tra il 5% e il 6% del fatturato.

I cantieri.

Punta di diamante di Fibre Net è il prodotto “Ri-strutturata”, innovativo sistema di rinforzo usato al posto della rete elettrosaldata. Un materiale particolare che, grazie ai numerosi studi e ricerche, è stato utilizzato in molti cantieri sia in Italia che all’estero. Il prodotto friulano è stato richiesto nel Campanile di Santa Maria Novella a Firenze ed è arrivato fino alla Sagrada Familia di Barcellona. Un vero e proprio successo per Fibre Net, che deve il suo successo anche alla grande trasformazione in ambito edilizio degli ultimi anni.

L’azienda.

La storia di Fibre Net inizia nel 2001 con l’obiettivo di realizzare un nuovo prodotto: il Glass Fiber Reinforced Polimer, Gfrp, la vetroresina da usare come “recinzione”. Nasce così l’innovativa “Ri-struttura” e da allora l’azienda ha sempre continuato a ideare, sviluppare e produrre diversi sistemi di rinforzo strutturale, tutti certificati e validati, per il settore industriale, il campo civile e quello aeroportuale.

Condividi l'articolo