Aumenta la sicurezza e si abbattono i costi con la nuova illuminazione pubblica a Premariacco

Entro l’anno termineranno tutti i lavori.

I problemi legati al consumo energetico e alla gestione degli impianti di illuminazione pubblica riguardano tutti i comuni. Alcuni, per far fronte ai costi e alla necessità di garantire la sicurezza in strada, hanno approvato degli ammodernamenti, grazie anche ai fondi stanziati dal governo.

Tra questi c’è Premariacco e, infatti, si è conclusa recentemente la riqualificazione della frazione di Ipplis. “Abbiamo sostituito gli impianti ‘tradizionali’ – ci spiega il sindaco Roberto Trentin – con quelli a led, per un totale di 50 mila euro”. Questi fondi sono arrivati dal ministero dell’Interno, stanziati già con l’esecutivo precedente.

Dopo questi lavori, partiranno a breve degli altri. Chiuso un cantiere, infatti, se ne apre un altro. Pochi giorni fa, l’amministrazione ha approvato un piano da 75 mila euro da distribuire sul territorio. Il tema è sempre quello della riqualificazione energetica, con un nuovo intervento a Ipplis e altri nel capoluogo, a Orsaria e in altre case sparse nella zona.

“Fra una quindicina di giorni – prosegue il primo cittadino – tutta la frazione sarà completata. In questo modo, sarà dotata di un’illuminazione che ridurrà il consumo locale di elettricità fino a un terzo”.

Anche la nuova tranche di lavori sarà finanziata da Roma, questa volta però dal ministero dello Sviluppo economico. Allo stesso modo, la cifra a disposizione è di 50 mila euro, stanziata anch’essa durante il primo governo Conte, a cui si sommano 25 mila provenienti dalla casse comunali. Un investimento importante che potrà portare beneficio alle spese dell’amministrazione.

 Il nuovo progetto partirà obbligatoriamente entro il 31 ottobre e si concluderà in circa un mese e mezzo. Il completamento di questa ulteriore opera contribuirà all’aumento della sicurezza sulle strade, obiettivo peraltro del bando promosso dal Viminale, e avrà ricadute positive anche in termini di consumo e costi.

(Visited 11 times, 1 visits today)

Note sull'autore

Seguici su Facebook