Niente più controlli ai valichi con la Slovenia, ma restano le regole anti-Covid

Smantellati i check point all’entrata in Slovenia.

Smantellati i check point di controllo per l’ingresso in Slovenia. I valichi di confine con l’Italia sono ora aperti, ma rimangono le restrizioni e le regole anti-Covid.

Ora, per entrare nel Paese, si può evitare il controllo della documentazione da parte della polizia, ma bisogna comunque aver effettuato un test rapido che risulti negativo al virus e entro sette giorni dall’ingresso in Slovenia.

Altrimenti, è possibile fare 10 giorni di quarantena, con la possibilità di interromperla in caso di tampone negativo. Tali obblighi non persistono nel caso di lavoratori transfrontalieri, studenti oltreconfine, per chi possiede terreni a metà tra i due Stati, per medici o forze dell’ordine in servizio.

Condividi l'articolo