Dal supporto al dilettantismo ai successi “in rosa”: il Friuli e lo sport… non solo calcio di Serie A

Oltre la Serie A: i successi del calcio in Friuli.

Mentre il calendario calcistico di serie A infiamma i tifosi friulani, il bilancio sportivo di fine anno della regione può far leva anche sulle nuove conquiste del dilettantismo e sui successi dello sport al femminile, i quali spaziano attraverso varie discipline.

A conferma che anche gli sport con minor risonanza mediatica contribuiscono, comunque, al prestigio della regione in ambito sportivo.

A partire dalla notizia, giunta a fine anno, dell’estensione del range di associazioni sportive idonee al godimento dei contributi regionali a fondo perduto disposti per far fronte alle ripercussioni economiche legate all’emergenza sanitaria. La delibera regionale dello scorso novembre allarga infatti il cosiddetto “ristoro” a tutte le associazioni affiliate, nel 2020, ai Comitati regionali di Federazioni sportive, ampliando dunque la gamma di discipline destinatarie del contributo.

Un successo evidente per il dilettantismo e per i valori ad esso connessi, ultimamente amplificato anche dai risultati ottenuti dalle atlete regionali, impegnate in varie discipline che danno slancio, al pari del calcio di serie A, allo sport friulano.

Se i tifosi dell’Udinese sono concentrati nelle sfide del team guidato da Luca Gotti, con tanto di relativa ricerca di pronostici, formazioni e dei migliori bonus scommesse all’interno degli operatori legali ADM – confermando, in questo senso, una tendenza nazionale in crescita del betting online, con una raccolta, nel 2019, di oltre 10 miliardi di euro, dato quintuplicato rispetto al 2006 -, vero è che anche lo sport “in rosa” sta contribuendo ai successi dello sport friulano.

A partire proprio dal calcio di serie B, che di recente ha visto un netto 5-0 da parte delle atlete del Tavagnacco contro l’AC Perugia, nella sfida di dicembre valida per l’undicesima giornata del campionato, fino ad arrivare ai match disputati dalle pallavoliste della Itas Città Fiera Libertas Martignacco nel volley A2, oggi come oggi al centro delle cronache per l’ingaggio di Irina Smirnova per l’intera stagione 2020-2021.  

Una riscossa sportiva al femminile che si estende anche ad altre discipline meno note, ma valorizzate dalle prestazioni delle atlete friulane.

Ne è un esempio Nives Fozzer, novantenne triestina della “Nuova Atletica dal Friuli A.S.D.”,  in lizza per diventare “Atleta Master”, con tanto di votazioni social attive fino al 21 di dicembre sulle pagine Facebook e Instagram della Fidal.

Condividi l'articolo