Torna l’esorcismo della vigilia dell’Epifania, l’antico rito a Tarcento

Il rituale alla vigilia dell’Epifania a Tarcento.

La vigilia dell’Epifania, il 5 gennaio, è un momento importante per le tradizioni del Friuli. In modo particolare a Tarcento, dove anche quest’anno sarà celebrato il rito “Vada retro Satana”, che consiste nella benedizione dell’acqua e nell’esorcismo collettivo per allontanare Satana e gli Angeli ribelli. Il rituale si svolgerà nel duomo di Tarcento, alle 17, e sarà presieduto da monsignor Duino Corgnali.

La celebrazione.

Durerà un’ora e sarà solo in latino il rito che ogni anno si ripete il 5 gennaio. Si comincerà con le litanie dei Santi e con il canto dei Salmi. A seguire l’esorcismo vero e proprio contro il Male, Satana, per proseguire poi con il canto del Magnificat e del Te Deum. Il sacerdote, infine, dopo aver esorcizzato il sale e l’acqua, impartirà la benedizione sui fedeli, che potranno portare a casa una bottiglietta di acqua benedetta.

Il rituale è di antica tradizione della Santa Madre Chiesa di Aquileia, che nei primi secoli, il giorno dell’Epifania, non celebrava l’arrivo dei Magi, ma il Battesimo di Gesù. Per questo motivo, durante il rituale si prega per allontanare il demonio dalla vita delle persone, per scacciare la presenza del Male dai fedeli. Fu Gesù infatti a liberare gli uomini da Satana e il rito è quindi una professione di fede nei suoi confronti.

(Visited 1.367 times, 1 visits today)
Autore: Jeena Cucciniello

Note sull'autore