Va in coma all’ottavo mese di gravidanza, l’impresa per salvare la mamma e il bimbo

A Trieste task force 118 salva una donna incinta entrata in coma.

Tragedia sfiorata ieri sera, 14 ottobre, a Trieste dove una donna, incinta all’ottavo mese, è entrata improvvisamente in coma nella sua abitazione rischiando di perdere il bambino, poi fatto nascere tramite taglio cesareo. Un intervento, coordinato dal Sores, la Sala operativa emergenza sanitaria, che ha visto impegnati tre équipe del 118, personale del Burlo Garofolo e dell’ospedale di CTrieste, va in coma all’ottavo mese di gravidanza: task force per salvare lei e figlioattinara.

I fatti.

Attorno alle ore 20 di ieri, il 118 di Trieste è intervenuto a casa di una giovane donna di 37 anni all’ottavo mese di gravidanza per uno stato di coma improvviso. Vista la gravità della situazione, gli operatori del 118 l’hanno stabilizzata, intubata e hanno immediatamente attivato tramite la Sores l’équipe ostetrico-ginecologico del Ircss materno infantile Burlo Garofolo.

La paziente è stata quindi immediatamente trasportata in condizioni stabili a Cattinara, dove dopo le prime indagini è stata sottoposta a un intervento di cesareo urgente grazie al quale è nato un maschio, in buone condizioni di salute subito stato trasportato con termoculla al Burlo Garofolo. La mamma è stata in seguito sottoposta a un intervento neurochirurgico ed è attualmente in prognosi riservata in rianimazione.

Condividi l'articolo