All’università di Udine si formano i cyberdefender del futuro

Udine, anche l’ateneo friulano tra le sedi per formare i futuri esperti.

L’Università di Udine chiama a raccolta i migliori giovani talenti informatici, di età compresa fra o 16 e i 23 anni, con l’obiettivo di selezionare i cyberdefender del futuro.

Anche per il 2021, infatti, l’ateneo friulano partecipa alla CyberChallenge.it, il primo programma nazionale di addestramento di hacker etici, futuri esperti di sicurezza informatica. L’iniziativa è organizzata dal Laboratorio nazionale di cybersecurity del Cini, il Consorzio interuniversitario nazionale per l’informatica e dà l’opportunità a centinaia di giovani brillanti e motivati di essere selezionati per partecipare, nella primavera del 2021, a un programma di formazione gratuito presso le sedi aderenti.

La registrazione per partecipare ai test di ammissione è aperta fino a domenica 17 gennaio, accedendo al sito www.cyberchallenge.it. I giovani ammessi saranno seguiti da esperti universitari e aziende leader del settore, che li introdurranno ai principi scientifici, tecnici ed etici della cybersecurity, con attività pratiche di difesa dagli attacchi cyber. Il programma culminerà in una gara finale nazionale che eleggerà la migliore tra le squadre italiane.

Successivamente, tra tutti i partecipanti al programma di addestramento e alle gare, i migliori saranno invitati a formare la squadra nazionale italiana dei Cyberdefender, la TeamItaly, che avrà l’opportunità di confrontarsi con le altre nazionali in eventi e competizioni in tutto il mondo. Nell’edizione 2020, fra i 560 che complessivamente hanno partecipato alla CyberChallenge.it, nel TeamItaly sono stati convocati in 12, fra cui un giovane che aveva seguito il percorso di formazione all’università di Udine.

(Visited 996 times, 1 visits today)

Note sull'autore