Espone la bandiera con il Duce a Venzone, per i giudici non è apologia del fascismo

la bandiera sventolava dal maggio 2017.

Fa discutere la sentenza emessa ieri dal tribunale di Udine, per il quale non è apologia del fascismo far sventolare pubblicamente una bandiera con sopra Mussolini. Lo riporta il Messaggero Veneto: un uomo di 64 anni di Venzone è stato assolto dopo essere stato denunciato per aver esposto fuori dalla propria casa il tricolore con sopra il ritratto del dittatore italiano. 

La cosa aveva indignato molti, in primis l’associazione nazionale partigiani di Gemona, che ha deciso di ricorrere per vie legali.

Il vessillo era stato esposto in occasione del primo maggio del 2017, facendolo sventolare in via Nazionale. Secondo la magistratura, inc del gesto non ci sarebbe stato esaltazione del fascismo né una sua propaganda, ma solo l’amor patrio e per la tradizione. 

Non era nemmeno la prima volta che l’accusato finiva davanti a una corte per le sue idee: venne denunciato già nel 2016, per una targhetta appesa fuori dal proprio uscio riportante una frase del Duce.

(Visited 122 times, 1 visits today)

Note sull'autore

Be the first to comment on "Espone la bandiera con il Duce a Venzone, per i giudici non è apologia del fascismo"

Scrivi un commento

Your email address will not be published.


*