Il bagnino-eroe di Piani di Luzza premiato per il salvataggio della 12enne

La cerimonia si è svolta nel villaggio vacanze.

La piscina del villaggio Bella Italia Dolomiti di Piani di Luzza è stata oggetto di attenzione la scorsa settimana, per un incidente occorso a una ragazza dodicenne colpita da un malore mentre nuotava. La giovane si trovava con i compagni del campo estivo organizzato da una parrocchia della Romagna. Verso metà mattina di mercoledì 24 luglio, si è sentita male, subendo un arresto al cuore. 

Il bagnino del villaggio, Matteo D’Incà, ha provveduto immediatamente ad estrarla dalla piscina e praticarle un massaggio cardiaco e, come previsto dalle procedure di salvataggio, anche la respirazione forzata. Raggiunto immediatamente anche dal dottor Vattolo Stefano, medico in servizio nel villaggio, i due hanno proseguito nelle azioni di recupero della respirazione con il supporto del defibrillatore, fino all’arrivo per personale chiamato tramite 112. 

Dopo pochi minuti, sono arrivati l’ambulanza da Ovaro e l’eliambulanza da Udine che, dopo aver intubato la bambina, hanno trasportato la paziente in ospedale a Udine. In questi giorni, sia il bagnino Matteo D’Incà, sia il direttore operativo Carlo Zilli, sia il project manager Marino Firmani dei villaggi Bella Italia sono rimasti in contatto con la mamma della bimba per avere sue notizie.

Fortunatamente è fuori pericolo, sebbene sia ancora ricoverata dopo aver subito un intervento ed è sottoporsta ad ulteriori esami, allo scopo di scongiurare il ripetersi del malore. 

Il sindaco di Forni Avoltri, Sandra Romanin, ha voluto riconoscere l’eccellente operato del personale di Salvamento, consegnando a Matteo D’Incà una pergamena per esprimere la riconoscenza per la tempestiva e valorosa azione compiuta.

Si è svolta quindi una piccola cerimonia proprio nel solarium adiacente alla piscina, alla presenza del personale, del direttore Carlo Zilli, del manager Marino Firmani, del sindaco di Sappada Manuel Piller Hoffer e della sua vice Marco Rossa, il vicesindaco di Forni Avolti, Angelo Romanin, l’assessore all’istruzione e politiche sociali di Forni Avoltri, Helene Kofler ed Emanuele Ferrari, assessore allo sport, ambiente e territorio di dello stesso.

Grande emozione quando, durante la consegna della pergamena, è stata raggiunta al telefono la mamma della bambina. La piccola paziente non poteva parlare, poiché stava facendo un’ecografia, ma la signora ha voluto assicurare tutti sullo stato di salute e soprattutto ringraziare Matteo per aver salvato la vita a sua figlia. Attimi di grande commozione per tutti i presenti, ma la buona notizia ha consentito di concludere la cerimonia con il sorriso e un brindisi.

(Visited 47 times, 1 visits today)

Note sull'autore

Be the first to comment on "Il bagnino-eroe di Piani di Luzza premiato per il salvataggio della 12enne"

Scrivi un commento

Your email address will not be published.


*