Castions sotto shock per due giovani vite spezzate: il ricordo toccante di Lorenzo, oggi i funerali di Federico

I due giovani morti a poca distanza a Castions di Strada.

Castions di Strada è un paese sconvolto. Si è svegliata ancora una volta con il magone e la tristezza la comunità, duramente colpita dalla perdita in pochi giorni di due dei suoi giovani. Ieri è arrivata la notizia che mai nessuno avrebbe voluto sentire: la vita di Lorenzo Parelli si è spezzata a soli 18 anni in una fabbrica di Lauzacco dove era all’ultimo giorno di tirocinio. La gente di Castions non si era ancora ripresa dalla morte del 16enne Federico Codarini, deceduto sabato scorso in incidente e del quale saranno celebrati oggi i funerali, e ha dovuto fare i conti con un nuovo, sconvolgente lutto.

Lorenzo, morto mentre si costruiva il futuro.

La comunità di Castions si è stretta attorno alla famiglia Parelli, colpita da una tragedia che non si può accettare. Tutti uniti nel dolore di mamma Maria Elena, insegnante, papà Dino, dirigente d’azienda, e Valentina, la sorella maggiore di Lorenzo. Un cordoglio espresso anche dall’Istituto Bearzi di Udine, la scuola frequentata dal 18enne. “Tutto il Bearzi sta vivendo con immenso dolore questa tragedia. Lorenzo – ricorda don Lorenzo Teston, direttore dell’istituto salesiano – frequentava il 4^ anno nel settore della meccanica industriale, nel percorso duale del nostro Centro di Formazione Professionale del Bearzi ed era da poco diventato maggiorenne. Aveva già svolto varie esperienze di stage in azienda. Lunedì sarebbe rientrato al Centro per proseguire il percorso di formazione. Dalle visite effettuate dal tutor per lo stage aziendale Lorenzo dimostrava di apprezzare l’esperienza, tanto da sognare un futuro in quell’ambito lavorativo. Vogliamo pregare e affidare a San Giovanni Bosco Lorenzo e la sua famiglia in questa tragica circostanza”. Una tristezza che ha avvolto anche gli amici del ragazzo, ancora increduli di fronte a una vicenda difficile da capire e digerire.

“Federico, eri amato da tutti”.

Oggi, dalle 15, sarà dato nella chiesa di Castions l’ultimo saluto a Federico Codarini. Nella mente di tutti c’è ancora il tragico incidente in moto costato la vita al giovane sabato scorso. E una compaesana, Cristina Elena, affida ai social uno struggente ricordo del 16enne: “Caro Federico – scrive -, mancherai ai tuoi genitori, ai tuoi fratellini, a tutti i tuoi famigliari, mancherai alle maestre che ti hanno accompagnato nel percorso dell’asilo, alle maestre delle elementari, ai prof delle medie, anche ai professori del liceo e a tutti i tuoi compagni… Un giovane amato dai tuoi amici, dai compagni dei tuoi fratelli… amavi la vita tutti nel paese ti conoscevamo e tutti proviamo una sofferenza che segna ogni cuore sensibile, che lascia il segno in ogni ragazzo che ti ha conosciuto… Ognuno di noi è spaventato di fronte a questa terribile realtà che è la morte. Dobbiamo andare avanti, uniti più che mai, anche se – conclude – la vita sarà dura. Sarà difficile abituarsi alla tua assenza e non sarà possibile dimenticarti“.

La comunità si stringerà nel pomeriggio ai genitori, ai fratelli Ludovico, Sebastiano e Jacopo, ai nonni e ai parenti tutti. Una Castions di Strada ancora attonita e sconvolta dai lutti vive uno dei giorni più difficili.

Condividi l'articolo