Femminicidio di Codroipo: la città piange Elisabetta Molaro, uccisa a coltellate dal marito

La cittadina colpita da un’immane tragedia.

“La città non è sotto schock – sottolinea il sindaco ancora in carica, Fabio Marchetti – ma è stata colpita da un’immane tragedia, non solo per noi ma per tutto il Medio Friuli“.

Così il sindaco Marchetti ha commentato stamattina la tragedia avvenuta questa notte a Codroipo in provincia di Udine. La vittima, Elisabetta Molaro 40 anni è stata accoltellata dal marito Paolo Castellani, 44 enne, che dopo si è dato alla fuga nei campi vicino a Villa Manin. L’uomo, dopo aver allertato il 112, ha cercato di disfarsi dell’arma ma quest’ultima è stata intercettata dai carabinieri che hanno fermato l‘uomo accompagnandolo in ospedale in stato confusionale. Ora si trova in stato di fermo nella sede del comando provinciale dell’Arma a Udine. La colluttazione sarebbe avvenuta dopo una lite della coppia, che si stava separando.

“La coppia non aveva dato alcun segno che potesse presagire questa tragedia. – continua il sindaco – La prima preoccupazione di questa mattina è andata alle due figlie minori e per questo è stata allertata la nostra efficiente rete di servizi sociali”. Il delitto infatti è avvenuto nell’abitazione di Codroipo, in via delle Acacie, dove erano presenti anche le due figlie, di 5 e 8 anni, che dormivano nella stanza accanto. Ora le bambine sono state affidate ai nonni.

Non è ancora chiaro il movente dell’omicidio e per questo la polizia sta indagando dopo i vari rilievi avvenuti nell’abitazione della coppia.

Condividi l'articolo