“Via gli spacciatori”. Misteriosi cartelli sugli alberi del parco Moretti

I cartelli contro gli spacciatori al parco Moretti di Udine.

“Via gli spacciatori dal parco Moretti”. Erano decine i cartelli appesi agli alberi nei giorni scorsi, e poi rimossi, per denunciare la situazione che si vive ogni giorno nel parco di Udine.

La condizione ben nota ai residenti ma anche a chi ci va di tanto in tanto. Un meccanismo consolidato e organizzato di spaccio al quale chi ci abita ormai si è quasi rassegnato. Tutti i giorni si assiste allo stesso via vai di giovanissimi che salgono sulla collinetta, poche parole e poi lo scambio: la droga viene messa in un cestino e pochi secondi dopo viene presa dal compratore. Dura tutto pochi minuti, tra contrattazione e acquisto. Subito dopo arriva un altro cliente. Tutto vicino alle giostre dove vanno a giocare i bambini.

Difficile mantenere sotto controllo quello che succede: quando arriva la polizia la vedetta, che si mette sulla collinetta più alta del parco, avvisa tutti e si assiste a un vero e proprio fuggi fuggi generale. Quando poi il pericolo è passato si ritorna allo stesso posto, in attesa di altri clienti.

Condividi l'articolo