Come poter proteggere efficacemente le proprie criptovalute

Collection from different coins of crypto currency, pattern from a ethereum, litecoin, bitcoin, monero, ripple, dash on dark background. Cryptocurrency and blockchain trading concept.

L’ hackeraggio è una vera minaccia da prendere sul serio, in special modo se si vuole entrare nel mondo delle criptovalute. Per questa ragione, se si dubita della sicurezza dei dati privati sul proprio computer, è assolutamente consigliato effettuare un controllo dell’intero sistema utilizzando un buon antivirus. D’altronde, se si ha la pace nella mente, sarà molto più piacevole investire in Bitcoin e nelle altre criptovalute.

Perciò, sapere come proteggere i propri beni digitali è essenziale quando si inizia a investire in risorse digitali. Ma, come poter proteggere efficacemente le proprie criptovalute? La prima cosa da fare è, ovviamente, abilitare la doppia autenticazione il prima possibile su app e siti web utilizzati per acquistare e vendere criptovaluta. Inoltre, è assolutamente da evitare di scambiare criptovalute quando si utilizzano connessioni internet non sicure in luoghi pubblici.

Altro aspetto importante, è familiarizzare con i portafogli digitali. Tra i diversi tipi esistenti, senza dubbio, quelli che sono maggiormente noti sono il cold wallet e l’hot wallet. Il cold wallet o portafoglio freddo, è un archivio crittografico esterno, il che significa che è disconnesso da internet e, per questo motivo è considerato, il metodo più sicuro. Hot wallet, portafoglio caldo, invece, è un portafoglio virtuale che memorizza le criptovalute su un computer, telefono o tablet. Meno sicuro, ma più comodo da usare.

Un cold wallet è, dunque, un portafoglio fisico, interamente offline, per la memorizzazione di valute. Nella maggior parte dei casi, si tratta di una chiavetta USB. A differenza di altre applicazioni, questo strumento non è connesso e, quindi, ha meno probabilità di essere attaccato. Inoltre, alcune aziende offrono un portafoglio crittografato per offrire ancora più sicurezza. Questa è la soluzione più consigliata, quando i valori detenuti sono molto alti.

Il Cold Wallet richiede una firma per ogni transazione al fine di certificare che, effettivamente, si sia il proprietario delle criptovalute contenute. Di conseguenza, gli scambi richiedono delle tempistiche che risultano essere un po’ più lunghe rispetto le altre possibili soluzioni.

L’Hot Wallet è, indubbiamente, il più facile da utilizzare. Infatti, risulta essere assolutamente accessibile perché è sufficiente scaricare una app sullo smartphone. In generale, perciò, i servizi offerti sono molto facili da usare e adatti all’uso quotidiano. Ad esempio, consentono di scansionare un indirizzo sotto forma di codice QR per rendere il trasferimento più veloce.

Le app offerte sono spesso gratuite e quelle specializzate in sicurezza offrono piani convenienti. Le aziende dietro queste applicazioni utilizzano combinazioni di archiviazione, su server sia online e sia offline per proteggere i portafogli degli utenti. Tuttavia, si dovrebbe essere consapevoli del fatto che i portafogli e le chiavi di una applicazione sono connessi a internet e, di conseguenza, più vulnerabili agli attacchi. Questo non è raccomandato per grandi somme.

Bitcode Prime, risulta essere un perfetto punto di riferimento per avere le idee chiare sul mondo dei Bitcoin e delle criptovalute.

Per far sì di poter fornire tutte le dovute precauzioni, le criptovalute si basano sulla tecnologia blockchain e, di conseguenza, hanno rapidamente guadagnato una reputazione come valute sicure. Infatti, in linea generale, i nuovi tenori della crittografia sono anche quelli che offrono le soluzioni più sicure.

Sul come poter proteggere efficacemente le proprie criptovalute, ha, anche, un ruolo determinante il fatto di poter andare a fruire di un progetto crittografico che possa garantire, tra l’altro, un potenziale per limitare i rischi e massimizzare le possibilità di ottenere ottimi profitti. Di conseguenza, non sarà, affatto, una perdita di tempo, analizzare la documentazione che si potrà avere a propria disposizione.

Il trascorrere del tempo osservando la documentazione e i materiali disponibili sul web sul progetto crittografico che ci interessa, in estrema sintesi, è un fondamentale passo tramite il quale, a chiunque, viene ad essere fornita l’imperdibile opportunità di poter qualificare o meno il progetto criptovalute che viene ad essere offerto da un sito web.

In altre parole, il cosiddetto white paper, ovvero quella tipologia di documento che può essere paragonabile al business plan di una azienda che sta iniziando la propria attività, dovrà essere, concludendo, facilmente accessibile sul sito web.

Condividi l'articolo