In Fvg più di 60mila cittadini sono rimasti senza una banca

Fvg, 60mila cittadini senza banca.

Il 7% della popolazione italiana vive in territori dove non ci sono più agenzie bancarie: record in Piemonte (13,8%), ma il fenomeno è particolarmente marcato anche in Friuli Venezia Giulia, dove la percentuale si attesta sul 5,1%, corrispondente a 60.811 cittadini rimasti senza banca di riferimento. In Regione ci sono 62 Comuni senza uno sportello bancario.

A lanciare l’allarme su quella che viene definita “desertificazione bancaria” è la Fabi, Federazione autonoma bancari italiani. Che denuncia il rischio di allontanare milioni di soggetti dal circuito legale della finanza e dell’economia. “La riduzione delle filiali sta creando e creerà non pochi danni al Paese e alla clientela delle banche, che potranno svolgere sempre meno il ruolo sociale a servizio di famiglie e imprese. Ma la classe politica non se ne preoccupa abbastanza”, commenta infatti il segretario generale della Fabi, Lando Maria Sileoni.

Dalla ricerca, realizzata incrociando i dati statistici della Banca d’Italia e dell’Istat aggiornati a fine 2021, emerge, dunque, il vistoso allontanamento delle banche dai territori, di pari passo all’avvento delle nuove tecnologie, che spingono a promuovere canali digitali, e alla comune attenzione, da parte dei vertici del settore bancario, alla riduzione dei costi. Così, mentre quasi tutte le banche si affrettano a chiudere le agenzie – fondando questa strategia sull’aumento della clientela che preferisce accedere ai servizi bancari coi canali digitali – c’è una fetta rilevante della popolazione italiana che di fatto è dimenticata.

Condividi l'articolo