Già oltre 120 studenti in quarantena in Friuli, le località più colpite

Gli studenti già in quarantena negli istituti scolastici del Friuli.

La prima campanella “ufficiale” nelle scuole regionali è suonata meno di una settimana fa e ci sono già 124 di alunni in quarantena in Friuli. lo registra l’Azienda Sanitaria Universitaria Friuli Centrale. Per quanto riguarda, invece, le aree di competenza dell’Azienda sanitaria universitaria Giuliano Isontina e dell’Azienda Sanitaria Friuli Occidentale non è stato rilevato alcun caso di quarantena. Questa è la situazione fotografata dall’Ufficio scolastico regionale, che ha interpellato 270 istituti tra statali e paritari.

Nella classifica degli istituti più colpiti c’è in vetta Tolmezzo, che conta 49 studenti in quarantena di tre scuole secondarie di secondo grado. A seguire ci sono 23 alunni di una scuola d’infanzia di Tavagnacco, 17 studenti di un istituto d’infanzia di Udine. Poi a Fagagna ci sono 15 studenti di una secondaria di primo grado in quarantena, altri 15 per una primaria di Gonars e a chiudere la lista 5 di un asilo nido di Udine.

La “nuova” quarantena.

Il ministero della Salute con una nuova circolare, datata all’11 agosto, aveva aggiornato le modalità da adottare in caso di quarantena e isolamento, distinguendo i diversi casi possibili: vaccinati e non, Covid-19 e Covid-19 da variante Beta.

Nel caso in cui il ciclo vaccinale fosse stato completato da almeno 14 giorni, coloro che sono asintomatici per un contatto stretto, ad alto rischio, non sono in quarantena dopo 7 giorni con test molecolare o antigienico negativo, e dopo 14 giorni anche in assenza di test. Se la persona asintomatica è a basso rischio, non è necessaria la quarantena, ma seguire le comuni precauzioni igienico-sanitarie.

Se si tratta di soggetti non vaccinati o che non hanno completato il ciclo vaccinale da almeno 14 giorni, la situazione è diversa. Infatti, per coloro che sono ad alto rischio è necessaria una quarantena di 10 giorni più il test molecolare o antigienico dall’esito negativo e, solo nel caso in cui non è di tipo Beta, sono sufficienti 14 giorni di quarantena anche senza il test. Se il soggetto è a basso rischio, non è necessaria la quarantena, ma deve seguire le disposizioni precauzionali. Nel caso in cui, invece, il soggetto è positivo alla variante Beta e a basso rischio dovrà stare in quarantena 10 giorni e dare esito negativo al test.

Condividi l'articolo