Una caccia al tesoro per andare alla scoperta dei tesori nascosti di Gorizia

Caccia al tesoro a Gorizia.

Una caccia al tesoro per far riscoprire Gorizia in modo accattivante e divertente: questo vuole essere lo scopo della seconda edizione di “Gorizia tra le pieghe della storia”. La prima edizione ha riscosso tanta curiosità ed attenzione, pertanto, per questa edizione gli organizzatori si aspettano ancora più interesse.

Ad organizzare l’iniziativa c’è l’associazione Nuovo Lavoro OdV con la collaborazione dei Radioamatori Italiani sezione Gorizia, la consulenza del Danzar Gioioso di Lavariano e dell’appassionata di storia, Liubina Debeni, il tutto, con il Patrocinio del Comune di Gorizia. Anche quest’anno l’iniziativa è realizzata con il contributo della Regione Friuli Venezia Giulia per progetti di particolare rilevanza.

Giada Agazzi per il Danzar Gioioso e Francesco Mastroianni, presidente dell’Associazione Nuovo Lavoro, hanno sottolineato l’importanza di far conoscere il bagaglio storico della città attraverso un gioco che permetterà di unire l’utile al dilettevole.

Mentre l’assessore alla Cultura, Fabrizio Oreti, ha evidenziato che tra 2 anni e mezzo, grazie a Nova Gorica e Gorizia Capitale Europea della Cultura, tantissimi visitatori giungeranno nel nostro territorio per conoscere la nostra storia. Questa caccia al tesoro è una ottima opportunità che consentirà ai cittadini di scoprire tante curiosità che potranno magari raccontare ai visitatori che giungeranno in città. L’invito a partecipare è rivolto alla cittadinanza per giocare con le particolarità ed il fascino di Gorizia.

Le regole.

“Gorizia tra le pieghe della storia” riprende sostanzialmente la formula della sua prima edizione con qualche piccola variante, si tratterà sempre di 3 tappe di qualificazione ed una finale a cui potranno accedere i primi 3 classificati delle tappe di qualificazione. Le squadre dovranno essere composte da un massimo di 4 giocatori a cui verranno consegnate le fotografie, attuali o storiche degli obiettivi da raggiungere nel minor tempo possibile ed una scheda gioco con le domande legate agli obiettivi. Si vince raggiungendo tutti gli obiettivi e rispondendo correttamente alle relative domande nel minor tempo possibile. Obbiettivi non raggiunti e risposte errate si traducono in minuti di penalità.

Per coloro che si aggiudicheranno la caccia al tesoro sono previsti premi enogastronomici legati al territorio ed un superpremio per la squadra prima classificata che si aggiudicherà una cena in un ristorante goriziano. La novità riguarda la suddivisione delle tappe per temi, assolutamente a sorpresa da scoprire alla partenza. Si spazierà quindi in ogni tappa su tutto il territorio comunale quindi si consiglia di partecipare motorizzati.

Le tappe che porteranno alla finale avranno luogo, alle ore 16, di domenica 18 settembre, 9 ottobre e 30 ottobre. La finale sarà domenica 20 novembre. Anche per questa edizione è prevista la produzione di una pubblicazione che racconterà gli obiettivi del gioco proseguendo nel racconto delle curiosità goriziane.

Condividi l'articolo