Le aziende del Fvg a caccia di giovani talenti: oltre 100 opportunità di lavoro

Le opportunità di lavoro in Fvg all’Università di Udine.

Numero record di opportunità di lavoro in Fvg115, per studenti, laureati e dottorandi dell’Università di Udine al prossimo Mercoledì del placement, che ritorna a svolgersi in presenza il 4 maggio, dalle 15, a palazzo di Toppo Wassermann (via Gemona 92).

L’evento, organizzato in collaborazione con la Fondazione Friuli, farà incontrare i giovani talenti dell’Ateneo con cinque aziende di primaria importanza. I rappresentanti aziendali raccoglieranno i curriculum e faranno brevi colloqui personali con i candidati. Gli interessati devono prenotarsi entro martedì 3 maggio tramite il modulo online al link www.uniud.it/careercenter. Le proposte professionali saranno presentate da Banca Finint, Fincantieri, Gem-Matthews International, Stesi e Adecco Italia. Le figure richieste riguardano le aree economica, della formazione, giuridica, medica, scientifica e umanistica. Per partecipare è obbligatorio il green pass e indossare la mascherina al chiuso.  

Il programma 

L’incontro si aprirà alle 15 con il seminario “Adecco work trends study! Come cambia il mondo del lavoro”, nell’aula T4, a cura di Adecco Italia. Alle 16 inizierà l’accreditamento e alle 16.30 partiranno le presentazioni aziendali. Alle 17.30 inizieranno i colloqui personali alle postazioni delle cinque aziende partecipanti. 

Consulenze Cv 

Martedì 3 maggio, dalle 14.30 alle 16.30, presso il Career Center dell’Ateneo, a Palazzo Antonini (via Petracco 4), si terrà un servizio gratuito di consulenza e correzione curricula curato da Adecco Italia.

I profili richiesti  

Le proposte lavorative riguardano: 5, delle aree economica e giuridica, per Banca Finint66, delle aree economica, giuridica e scientifica, per Fincantieriuna, dell’area scientifica, per Gem-Matthews International3, dell’area scientifica, per Stesi20, delle aree economica, della formazione, giuridica, medica, scientifica e umanistica, per Adecco Italia.  

Condividi l'articolo