Nuova veste per il Canale Valentinis di Monfalcone, via ai lavori per la terrazza

I lavori per il Canale Valentis di Monfalcone.

Al via la prossima settimana la posa dei pali di fondazione per la creazione della platea che ospiterà la terrazza a mare sulla testata del Canale Valentinis vicino al porticciolo Nazario Sauro. Per questo motivo si è svolto un sopralluogo sul Canale da parte di Anna Maria Cisint, sindaco di Monfalcone, accompagnata dal dottor Russo, presidente del consorzio di sviluppo economico, l’ingegner Pocecco, responsabile dei lavori, e i tecnici del Comune, ingegner Ceschia e geometra Pinelli.

“Stiamo dando dignità al punto più a nord del Mediterraneo – ha commentato la Cisint – il mare entra a Monfalcone e separa il centro dalle Marine. Con questo lavoro uniremo ancora più i punti della città e daremo ai monfalconesi un nuovo biglietto da visita dopo anni di degrado”.

Il piano.

Proseguono a ritmo serrato i lavori di dragaggio del canale, partiti a dicembre, dopo l’autorizzazione della capitaneria di porto. Ad oggi, dei 9.000 metri cubi di materiale da dragare sul fondo del canale sono già stati dragati più di un terzo con un ritmo di circa 350 metri cubi al giorno.

Al termine dei lavori il canale, che aveva una profondità media che comprometteva la navigabilità e l’ormeggio dei natanti a causa dell’accumulo di sedimenti sul fondo, avrà finalmente una quota
batimetrica di -2,50 m sul livello medio mare consentendo pertanto anche l’attracco della motonave turistica che oggi collega Grado e Trieste.

Il presidente Russo e l’ingegner Pocecco hanno stilato un cronoprogramma che prevede la fine della fase di dragaggio entro fine febbraio, fase che sbloccherà la costruzione della “terrazza” e l’inizio dei lavori di realizzazione della rotatoria stradale da parte FVG strade, opere il cui completamento consentiranno di dare valore al punto più a nord del Mediterraneo integrando il canale nella città. L’ultima fase dei lavori, prevista a maggio, consisterà nella costruzione della palazzina polifunzionale che ospiterà un’associazione nautica, una sala polifunzionale e un punto di ristoro.

Il sindaco ha poi sottolineato l’importanza del progetto: “Questa grande operazione ci consentirà di diventare un riferimento nazionale per gli amanti del mare e per l’economia blu portando nuovi investimenti come già accaduto in questi anni e l’esempio di Red Bull è uno dei più importanti”.

Condividi l'articolo