Le polemiche non fermano la gara di mangiatrici di banane a Nimis

Si accende la polemica sulla gara di mangiatrici di banane.

L’ondata di polemiche non ferma la gara di mangiatrici di banane della Festa degli uomini di Monteprato di Nimis, in programma questa sera.

Un caso che ha superato anche i confini regionali e che ha creato un‘accesa discussione tra chi la definisce sessista e chi difende lo spirito goliardico dell’evento. Al centro disputa c’è proprio la gara di questa sera dove le donne, bendate e inginocchiate, si sfidano mangiando banane.

Polemiche che non sono mancate neanche sui social, dove è nata una raccolta firme con lo scopo di fermare la manifestazione. “Perché ciò che è festa per l’uomo, o festa dell’uomo, si traduce in una forma di oppressione, denigrazione, e sessualizzazione per la donna e della donna? La risposta, laddove dovesse mancare, desideriamo suggerirla noi: questa gara non è altro che la diretta espressione del contesto culturale in cui è stata immaginata“, si legge nella nota della raccolta firme.

“La gara in programma domani alla festa degli uomini di Monteprato di Nimis travalica i confini dello spirito goliardico che anima da oltre 40 anni questo evento – commenta il deputato di Forza Italia Roberto Novelli – .  Non si tratta di essere moralisti, ma sono convinto ci sia un limite invalicabile: quello del rispetto. E il contest in questione lo supera abbondantemente, svilendo la figura della donna oltre il tollerabile“. 

Ma c’è anche chi difende la manifestazione. “Fatevela una risata ogni tanto che la vita è breve”, scrive Manuela sulla pagina Facebook dell’evento. “Lasciate che la gente rida e si diverta”, scrive un altro. Per ora dunque, le polemiche non hanno fermato la festa di questa sera dove, come ogni anno, sono attese moltissime persone.

Condividi l'articolo