La cittadinanza onoraria di Ragogna al Milite Ignoto: qui ben 150 i caduti in guerra

La cittadinanza onoraria di Ragogna al milite ignoto.

In occasione del centenario della tumulazione avvenuta presso l’Altare della Patria di Roma il 4 novembre 1921, il Comune di Ragogna, su invito di varie associazioni ed istituzioni, è stato fra i primi enti a concedere la Cittadinanza onoraria al Milite Ignoto.

Ad influire fortemente su questa decisione unanime è stato il legame che il Comune di Ragogna avverte con la vicenda storica della Prima Guerra Mondiale, legame fondato in particolare sul numero di propri cittadini combattenti caduti in quel conflitto: Ragogna, infatti, pianse 150 caduti, rappresentando quindi uno dei Comuni italiani che, in proporzione alla sua popolazione, ebbe il maggior numero di morti in guerra.

La concessione della Cittadinanza onoraria al Milite Ignoto rappresenta quindi la celebrazione di una ricorrenza che all’epoca fu estremamente importante per quella che era la memoria nazionale, e che ancora oggi rappresenta alti valori civili.

“Anche in questa importante ricorrenza siamo orgogliosi, come Comune di Ragogna, di adoperarci a valorizzare la memoria e la conoscenza storica, in continuità con ciò che il nostro Museo della Grande Guerra fa da quasi quindici anni”, dichiara l’assessore alla cultura Marco Pascoli.

(Visited 529 times, 1 visits today)

Note sull'autore