San Giorgio di Nogaro senza sindaco dopo le dimissioni di Mattiussi: si va a elezioni

Nuove elezioni in autunno a San Giorgio di Nogaro.

Dopo le dimissioni, presentate il 10 giugno scorso, del sindaco Roberto Mattiussi, il Consiglio comunale di San Giorgio di Nogaro è stato ufficialmente sciolto dalla Giunta regionale su proposta dell’assessore alle Autonomie locali Pierpaolo Roberti.

Consiglio e Giunta municipale rimangono pertanto in carica sino all’elezione del nuovo sindaco e del nuovo Consiglio, che avrà luogo tra il 12 settembre e il 14 novembre 2021. Fino ad allora, le funzioni di primo cittadino saranno svolte dal vicesindaco Massimo Vocchini.

Si va ad elezioni in autunno.

Trascorsi i venti giorni previsti, le dimissioni di Mattiussi sono diventate efficaci e irrevocabili il primo luglio scorso. Si è reso dunque necessario procedere all’approvazione della delibera di scioglimento dell’ente e, successivamente, alla conseguente adozione del decreto da parte del presidente della Regione.

Va ricordato che il Comune di San Giorgio di Nogaro aveva rinnovato gli organi elettivi nel turno elettorale del 29 aprile 2018. Secondo quanto previsto dalla legge regionale, le elezioni degli organi dei Comuni il cui mandato scade nel 2021 si tengono in una data compresa tra il 12 settembre e il 14 novembre 2021.

La stessa norma ha disposto che, qualora gli organi debbano essere rinnovati per motivi diversi dalla scadenza del mandato, le elezioni si svolgano in una data compresa nel medesimo arco temporale se le condizioni che rendono necessario il rinnovo si siano verificate entro il 24 luglio 2021. È questo il caso del Comune di San Giorgio di Nogaro il quale si aggiunge così ai 37 Comuni in scadenza che andranno ad elezioni nel prossimo autunno.

Condividi l'articolo