Udine show, Piacenza al tappeto: l’Apu si riprende il secondo posto in A2

La terza vittoria di fila per l’Apu Udine.

Ora è ufficiale: l’Apu Old Wild West Udine è tornata. Terza vittoria consecutiva ai danni di una eccellente Assigeco Piacenza nel recupero della seconda giornata del campionato di Legadue di basket. Il tabellone a fine match dice 94-82, al termine di 40 minuti di basket spumeggiante dei friulani.

Pronti via ed è superApu con un primo quarto da favola chiuso con 30 punti con 6 su 10 da tre. Dominque Johnson, sempre più leader della squadra, segna l’inizio del match mettendo 10 punti nei primi minuti. Il primo quarto si conclude sul più 10 (30-20). Piacenza comunque non molla, dimostrando le sue qualità offensive e riesce a tenete botta anche nel secondo quarto grazie ad un ottimo Mcduffie che con un paio di triple tiene agganciati i suoi. Al riposo lungo si va sul 49-41.

Il terzo quarto si apre con una scarica offensiva dell’altro americano della squadra ospite, fin lì abbastanza in ombra, Carberry che riporta i suoi a stretto contatto. Una tripla di Mcduffie porta Piacenza a meno 1 sul 64 a 63 a tre minuti dalla fine del terzo quarto. È l’ultimo momento di equilibrio, perché da lì in poi è show Apu. Subito un parziale di 6-0 firmato da Antonutti fa allungare Udine a più sette e Udine non si volta più indietro. Un paio di triple ad inizio ultimo quarto di Italiano e Mussini sostanzialmente chiudono il match. Il finale vede ancora Johnson protagonsita e Mvp della serata con il consueto ventello. Udine, con la vittoria per 94-82 riesce a ribaltare il -11 del confronto diretto del primo incontro. Una prestazione di altissimo livello dove bisogna sottolineare un ottimo 13 su 27 da tre punti.

Coach Matteo Boniciolli è raggiante a fine match. “Oggi sono molto contento. Ho visto quello che speravo di vedere quando ci siamo incontrati il primo giorno di preparazione sei mesi fa. Adesso dobbiamo solo stare tranquilli”. L’allenatore di Udine ha elogiato poi soprattutto la sua panchina che è stata fondamentale nel match e poi si è già proiettato avanti alla prossima sfida a Casale Monferrato domenica: “Delle sconfitte subite in questa stagione ce n’è sola una per la quale il mio cuore continua a sanguinare che è quella con Casale Monferrato. Noi arrivavamo da cinque vittorie consecutive e loro si presentarono qui con cinque titolare e tre ragazzini del 2004 (a causa di infortuni e Covid) e vinsero meritatamente”. Boniciolli poi ha voluto ancora una volta sottolineare il ruolo della società in questa ripresa dopo la crisi delle sei sconfitte di fila: “Ho detto ai ragazzi che il motivo per cui dobbiamo combattere è perché siamo fortunati ad essere in una società che dopo sei sconfitte consecutive non ha cambiato nulla. Non sono arrivati giocatori, non hanno cambiato l’allenatore, non sono stati sospesi gli stipendi, non ci sono state punizoni. Questo è un privilegio. Oggi sono veramente dispiaciuto per la mancanza del pubblico perché abbiamo prodotto una gran pallacanestro. Forse è la miglior partita da quando sono arrivato qua”.

Uno dei protagonisti della vittoria e dello strappo decisivo nel terzo quarto è stato il capitano Michele Antonutti che ha chiuso con 14 punti. “Per noi oggi era una prova di maturità per capire se il nostro percorso è sulla strada giusta. Stiamo lavorando molto bene. Ero molto dispiaciuto per le sconfitte perché non capivo come mai il lavoro in settimana non dava frutti” Anche il capitano guarda avanti a domenica e alla possibile rivincita a Casale Monferrato: “La partita dell’andata ci è rimasta in gola perché è stata la prima sconfitta”.

Ora l’Apu Udine occupa in solitaria il secondo posto a venti punti (Torino deve recuperare delle partite), ma al di là della classifica la cosa importante è il livello espresso da Udine nelle ultime partite. Un livello da pretendente molto serio alla promozione in serie A. Aspettiamo comunque un’ulteriore verifica domenica a Casale Monferrato.

(Visited 591 times, 1 visits today)

Note sull'autore