Con più verde e pedonale, come sarà la nuova piazzetta del Pozzo di Udine

Consegnati ieri a Udine i lavori alla ditta Fratelli Perosa.

Il progetto definitivo era già stato approvato dalla giunta comunale di Udine nel febbraio scorso. Ieri, 20 settembre, la consegna dei lavori alla ditta Fratelli Perosa di San Daniele del Friuli. Non manca molto, nei piani del Comune appena due mesi, per vedere la storica piazzetta del Pozzo a Udine nella sua nuova veste, un look che prevede una maggiore presenza di verde, la pedonalizzazione di gran parte dell’area e la valorizzazione del pozzo del 1500 che si trova al centro dell’area.

Alla consegna lavori, che saranno seguiti dall’architetto Paolo Bon, oltre alla ditta incaricata, per il Comune di Udine c’erano l’assessore ai Lavori pubblici nonché vicesindaco di Udine, Loris Michelini, il presidente del consiglio di quartiere Gary Di Qual e quello del Consorzio dei castelli Fvg che ha in gestione la torre, Roberto Racanell.

Come cambierà.

Uno dei principali accessi al centro storico cittadino, quello che parte da porta Aquileia, verrà completamente rinnovato per un importo complessivo di 150 mila euro, dando maggiore spazio a pedoni e ciclisti, ridisegnando l’illuminazione pubblica e rimettendo mano alle aiuole che adorneranno l’area, con delle lastre in porfido tutt’attorno al pozzo.

E se le panchine che oggi si trovano nella piazzetta tanto hanno fatto discutere in passato per la presenza di richiedenti asilo, nel futuro saranno sostituite da un muretto con schienale che delimiterà l’area pedonale.
Per quanto riguarda la viabilità, visto che da qui passa la ciclovia Alpe Adria, piazzetta del Pozzo diventerà la porta sud della ciclabile stessa. Gli accessi da piazzale D’Annunzio non saranno più permessi, dato che il livello della strada sarà rialzato all’altezza del marciapiede, creando, di fatto, un’unica area a disposizione dei pedoni.

(Visited 255 times, 1 visits today)

Note sull'autore