Ospedale di Udine poco attento ai disabili: “Servono posti auto ed una pensilina”

La richiesta della consigliera regionale Liguori.

Rendere più agevole e comodo l’accesso all’ospedale di Udine per le persone con disabilità, aumentando il numero di posti auto a loro dedicati. La richiesta è della consigliera regionale Simona Liguori (Cittadini), che annuncia un’interrogazione “per conoscere le intenzioni della Giunta in merito all’opportunità di incrementare, nell’ambito dei lavori nell’ospedale Santa Maria della Misericordia di Udine, gli spazi assegnati ai parcheggi per persone con disabilità. Quelli che sono stati previsti, sulla base delle segnalazioni raccolte, non sembrano infatti ancora sufficienti”.

Ma oltre a destinare alle persone con disabilità alcuni posti auto in più, fa notare la consigliera, emerge anche la necessità di realizzare una pensilina o un’altra struttura coperta, in modo da garantire la protezione dalle intemperie e dagli agenti atmosferici ai pazienti con disabilità che devono raggiungere l’ingresso. Liguori ricorda anche l’utilità della “camera calda, che si può trovare al Gervasutta. Si tratta di quel locale chiuso in cui entra chi trasporta le persone con disabilità motorie, che possono così uscire dal veicolo – conclude Liguori – ed entrare nell’edificio in un ambiente protetto, senza esporsi al cattivo tempo o a sbalzi climatici”.

Condividi l'articolo