Perde uno sci in quota e va in difficoltà a Forni di Sopra, partono i soccorsi

Il soccorso a due scialpinisti in quota a Forni di Sopra.

Curioso incidente in montagna nel pomeriggio di oggi. Tra le 15.30 e le 16.30 la stazione del Soccorso Alpino e Speleologico di Forni di Sopra è uscita in alta Val di Suola per andare incontro a due scialpinisti friulani, un uomo e una donna entrambi del 1992, che hanno chiesto aiuto.

Uno dei due sciatori aveva perso uno sci tra i 1.400 e i 1.500 metri di altitudine, sopra il Rifugio Pacherini e temeva che, attardandosi a cercarlo e non disponendo di torce frontali, potesse incappare assieme alla sua compagna di gita nel buio durante la discesa. E così per non destare allarme ha avvisato la stazione del Soccorso Alpino locale.

D’accordo con i due scialpinisti, la stazione di Forni di Sopra ha chiamato due tecnici che, con l’aiuto del gatto delle nevi del Comune di Forni di Sopra, assieme al gattista conduttore del mezzo, si sono portati in quota fino a circa 1.100 metri dove nel frattempo erano scesi i due sciatori, uno dei quali, senza aver ritrovato lo sci, era arrivato fin lì a piedi.

Il Soccorso Alpino ricorda a tutti gli escursionisti, nell’imminenza del weekend, che il bollettino valanghe prevede, dopo le ultime nevicate un pericolo marcato (3) sulle Prealpi e forte (4) Alpi Carniche – nella scala da 1 a 5 – con venti sostenuti dai quadranti settentrionali in quota.

Condividi l'articolo