Niente maestre, a Sauris nella scuola dell’infanzia le porte restano chiuse

Verso il rinvio della scuola dell’infanzia a Sauris.

Come spesso accade, nei plessi di montagna l’avvio dell’anno scolastico è ancora più difficoltoso. Molti i casi, oggi come ieri, e gli esempi non mancano.

Uno per tutti, Sauris. Qui, i 9 bimbi della scuola dell’infanzia legati all’Istituto Comprensivo Val Tagliamento che ha sede ad Ampezzo, dovevano cominciare la loro avventura tra i banchi lo scorso 9 settembre. E invece, hanno atteso la maestra invano.

Un’insegnante ha rinunciato all’incarico, e quindi la scuola non ha potuto prendere il via – racconta Antonino Pacilè, delegato del Comune di Sauris all’Istruzione -. Il problema è noto, non da quest’anno: molti docenti non accettano di venire in montagna ed è difficile trovare chi è disposto a salire a Sauris. È un peccato, anche per la continuità didattica”.

È stato così deciso di rinviare l’inizio della scuola per l’infanzia a dopodomani, 16 settembre. Ma anche qui c’è un grosso punto interrogativo: “Senza maestre non sarà ovviamente possibile – conclude Pacilè – e a quanto mi risulta non sono state ancora trovate. Credo sarà necessario un rinvio“.

(Visited 3.541 times, 1 visits today)

Note sull'autore