Picco di contagi in Austria, Croazia e Slovenia: torna l’allarme Covid

Il Covid avanza in Croazia, Slovenia e Austria.

Croazia, Slovenia e Austria di nuovo in crisi per l’aumento dei contagi di Covid che hanno raggiunto nuovi picchi importanti. In Croazia, alle 8 di questa mattina, sono stati registrati 542 nuovi casi di contagio in 24 ore (su 5.939 tamponi), il numero più alto dall’inizio della pandemia. Sono 2.206 gli attualmente positivi, 361 persone sono ricoverate in ospedale.

In Austria, nelle ultime 24 ore, sono stati registrati 1.209 nuovi contagi. Un valore mai registrato dall’inizio della pandemia. Il numero dei casi attivi arriva quasi a 10mila, con 9.930 positivi ancora non guariti mentre questo valore a giugno era di appena 400. Un altro record spetta a Vienna con 613 nuovi infetti.

Infine, la Slovenia non è da meno. Il numero dei contagi continua a salire anche qui, nelle ultime 24 ore sono stati 387, nuovo record giornaliero da inizio epidemia, pur a fronte di un numero leggermente inferiore di test, 3.665. E’ la prima volta che la percentuale di positivi rispetto al numero di test supera il 10%. Il numero dei pazienti in ospedale è salito a 131, dei quali 21 in terapia intensiva. In totale sono 7.120 i contagi da inizio epidemia.

Condividi l'articolo