Chiusura dei Pam di Cividale e Codroipo, i Comuni snobbano i sindacati

La chiusura dei due supermercati Pam.

Dopo settimane di trattative, nei giorni scorsi si è trovato un accordo con Pam Franchising sulla gestione degli esuberi dichiarati in seguito alle chiusure dei negozi di Cividale e Codroipo. Lo comunicano le segreterie provinciali Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl, Uiltucs-Uil.

Saranno venti le persone interessante, per le quali l’intesa prevede la proroga dei termini previsti dalla normativa vigente al fine di stipulare presso il ministero del Lavoro l’accordo per la concessione di 12 mesi di cassa integrazione straordinaria. L’incontro con il ministero avverrà il 27 novembre prossimo venturo.

“Resta, invece, una certa delusione per la mancata convocazione, ad oggi, da parte delle due amministrazioni comunicali di Cividale e Codroipo – proseguono i sindacati -, che pure si erano impegnate ad aprire un tavolo con le organizzazioni sindacali e le proprietà degli stabili, al fine di cercare opportunità condivise per poter avviare una contrattazione di sito che potesse offrire sbocchi, garanzie, criteri di priorità ai lavoratori coinvolti in caso di arrivo di nuovi imprenditori della distribuzione interessati a investire nelle strutture chiuse”.

(Visited 565 times, 1 visits today)

Note sull'autore

Seguici su Facebook