Giada non ce l’ha fatta, morta la 21enne coinvolta nell’incidente a Terenzano

Il dolore per la scomparsa di Giada Marin.

Si è spenta nella sera del 21 giugno Giada Marin, nel reparto di rianimazione dell’ospedale Santa Maria della Misericordia di Udine, nel quale era ricoverata in seguito ad un incidente che l’ha coinvolta nella notte tra il 10 e l’11 giugno, a Terenzano. La giovane si trovava alla guida della propria vettura quando, per cause non identificate, ha sbandato, andando così a finire addosso alla cartellonistica stradale, per poi terminare la corsa dentro ad un vivaio.

Due occhioni grandi cerulei che trasmettevano tutto l’amore per la vita e che donavano a chi le stava accanto una gran forza e un‘immensa gioia di vivere. Lei, Giada Marin, 21 anni, che abitava a Pavia di Udine con i genitori Cinzia e Antonio, entrambi infermieri presso l’ospedale di Udine, sorella di Davide, con il quale aveva un legame molto forte, era un’esempio di quanto si potesse gioire anche delle cose più semplici della vita.

Amante del calcio femminile fin dai tempi delle scuole elementari, ha fatto parte di diversi gruppi dilettantistici del paese. Ha lavorato per un periodo presso il negozio “Globo” del Terminal Nord di Udine, ed attualmente lavorava in un negozio di casalinghi, all’outlet di Aiello del Friuli. “Siamo cresciute assieme, abbiamo fatto le scuole elementari a Percoto e le medie a Lauzacco. Poi, nonostante durante le scuole superiori le nostre strade si siano divise, la nostra amicizia è via via diventata sempre più solida. Era unica, speciale. Piena di vita e di amore per tutto ciò che faceva”, racconta un’amica.

Le speranze sono rimaste appese ad un filo per più di dieci giorni, nonostante le condizioni della ragazza fossero da subito apparse gravi. Venerdì 24 giugno alle ore 19 e 30 verrà celebrato il santo rosario presso la chiesa di San Ulderico di Pavia di Udine, mentre i funerali avranno luogo sabato 25 giugno alle ore 10 e 30.

Condividi l'articolo