Xbox Series X vs Xbox Series S: le differenze tecniche

Belle, performanti e con specifiche tecniche super avanzate, Xbox Series X e Xbox Series S hanno fatto il loro debutto sulla scena in contemporanea, quando il 10 novembre del 2020 venivano presentate da Microsoft in grande stile.

In questo tempo, le piattaforme si sono affermate nonostante la concorrenza agguerrita della PlayStation 5 (debutto 19 novembre 2020) e i numeri in crescita di Nintendo Switch, ritagliandosi una buona fetta del mercato sostanzialmente in ogni parte del mondo.

Al contrario dell’ultima console firmata Sony – la versione classica e la Digital Edition condividono le medesime caratteristiche tecniche con la sola assenza del lettore Blu-Ray nel modello meno costoso -, Microsoft ha scelto di differenziare le due piattaforme, implementando tecnologie diverse.

Ma quali sono le differenze? Per scoprire di più sull’Xbox Series X e sull’Xbox Series S continua a leggere questo articolo, in cui entreremo nel merito delle specifiche delle due console.

Le caratteristiche tecniche dell’Xbox Series S

Più economica rispetto alla sorella, l’Xbox Series S è nota per essere la console più piccola di sempre tra quelle proposte dal colosso di Bill Gates: le dimensioni sono 6,5×1,5×27,5 cm con un peso inferiore ai 2 kg.

Per garantire ai gamer un’esperienza di gioco sensazionale, la Series S implementa una CPU AMD Zen 2 8 Core 3.6 GHz, memoria RAM 10 GB GDDR6 e un innovativo sistema su tecnologia a chip (SOC) che assicura un gameplay con risoluzione da 1440p con obiettivo prestazionale fino a 120 fps.

A contribuire alla definizione perfetta ci pensa anche la scheda video integrata, con il modello equipaggiato con una RDNA 2 da 20 Cus a 1.55 GHz.  

In maniera analoga alla PlayStation 5 Digital Edition, l’Xbox Series S non dispone del classico lettore ottico e, dunque, si presenta a tutti gli effetti come una piattaforma completamente Digital dotata di spazio di archiviazione interno da 512 GB espandibile.

Dal punto di vista dello stile, esiste solo una colorazione: quella bianca fiammante.

Xbox Series X: le specifiche tecniche

Più grande rispetto alla S, l’Xbox Series X misura 15,1×15,1×30,1 cm e raggiunge il peso totale di 4.4 kg. A colpo d’occhio incanta per la sua colorazione nera intensa e la presenza del lettore Blu-Ray 4K HD.

A livello tecnico, è ancora più potente e performante rispetto alla versione economica: implementa una CPU AMD Zen 2 8 Core 3.8 GHz, la memoria RAM 16GB GDDR6 e garantisce una risoluzione del gioco in 4K reale (che può raggiungere gli 8K HDR) fino a 120fps grazie alla scheda video RDNA 2 52 Cus 1.825 GHz che raggiunge i 12.5 TFLOPS (contro i 4 dell’Xbox Series S).

Molto importante lo spazio di archiviazione, con il giocatore che ha a disposizione 1TB di memoria espandile.

I punti in comune

Le due piattaforme non si differenziano né per le funzionalità dell’architettura e del sistema operativo, considerato che su entrambe si trovano:

  • DirectX Ray-Tracing
  • Smart Delivery
  • Xbox Velocity Architecture
  • Variable Rate Shading
  • Audio Spaziale 3D
  • Supporto per il framerate fino a 120fp
  • Tecnologie DTS 5.1, DOLBY Digital 5,1, Dolby TrueHD, Atmos e Windows Sonic
  • 3 porte USB 3.1
  • L’uscita HDMI 2.1
  • Wireless 802.11 ac Dual Band
  • Presa Ethernet 1 Gbps

Xbox Series X vs Xbox Series S: i videogiochi

Anche i titoli a disposizione sono, ovviamente, gli stessi, motivo per il quale gli appassionati possono divertirsi con gli stessi videogame.

Ma non solo: entrambe le console sono in grado di leggere i giochi delle vecchie generazioni e, dunque, sono compatibili con ogni uscita per Xbox One e un’ampia selezione di titoli Xbox 360 e Xbox Original.

Il discorso si può espandere anche agli accessori, interscambiabili e utilizzabili, senza difficoltà, sia su Xbox Series X sia su Xbox Series S.

(Visited 316 times, 1 visits today)
Autore: Redazione

Note sull'autore