Villa Chiozza, adibita anche a libreria, voluta dall’imperatrice Maria Teresa d’Austria

Poco distante da Cervignano (a Scodovacca), sorge l’ottocentesca Villa Chiozza, residenza e laboratorio dello scienziato e chimico triestino Luigi Chiozza, collaboratore dei più importanti scienziati del tempo, autore di importanti innovazioni nel settore agricolo e industriale alle cui applicazioni pratiche si deve lo slancio e lo sviluppo economico nell’800 nella Bassa Friulana.

I libri nella Villa.

Chiozza fu detentore di numerosi brevetti, fra cui quello in prima mondiale per la lavorazione dell’amido da riso rimasto attivo fino agli ultimi decenni del ‘900.

Nella Villa, è ospitata la biblioteca che conta 12.000 volumi, costituita da testi scientifici in più lingue, alcune delle quali ancor oggi non completamente studiate e comprensibili, appartenente all’ex Scuola di Agraria di Gorizia voluta dall’imperatrice Maria Teresa d’Austria.

La biblioteca è un raro e vero patrimonio culturale sull’agricoltura di tutta la Mitteleuropa, nonché importantissima e preziosa fonte di inesauribili informazioni consultabile da studiosi e appassionati.

La Scuola regionale dell’agricoltura.

Villa Chiozza, di proprietà della Regione Friuli dal 1978, bene ristrutturata dall’ERSA, ospita una sezione della Scuola regionale dell’agricoltura con attività di aggiornamento, formazione e divulgazione dell’attività di promozione.

Villa Chiozza si trova immersa in 30 ettari di parco che costituisce l’orto botanico dove si possono ammirare e conoscere oltre 800 specie di vegetali, alcune rare perché in via di estinzione.

(Visited 547 times, 1 visits today)

Note sull'autore