Dal Friuli al Texas per promuovere le loro produzioni artigianali

Gli artigiani friulani nel mondo.

Promuovere le produzioni artigianali friulane all’estero appoggiandosi alla rete dei Fogolars furlans. È l’obiettivo del progetto di outgoing “Artigianato del Friuli nel mondo”, realizzato dall’Ente Friuli nel Mondo in collaborazione con Confartigianato-Imprese Udine, che ha mosso i suoi primi passi nei giorni scorsi. Protagonisti tre imprenditori impegnati nei settori del design, dell’agroalimentare e dell’omaggistica di prestigio – Blifase (Corno di Rosazzo), Cucina di Carnia (Villa Santina) ed Ermes Funghi (Buttrio) – che sono volati in Texas, a Fort Worth per partecipare a “The extraordinary Italian taste”, manifestazione dedica-ta alla cucina italiana organizzata dalla Camera di commercio italo-americana (Italy-American chamber of commerce).

Gli artigiani friulani hanno potuto mettersi in mostra accanto ad alcuni dei prodotti bandiera dell’agroalimentare tricolore come Parmigiano Reggiano, Prosciutto di Parma e olio extravergine di oliva. Nell’ambito del fitto calendario di iniziative, le aziende FVG hanno realizzato infatti tre eventi e una masterclass con buyer, blogger e appassionati del made in Italy, raccontando i prodotti tipici e la va-rietà del territorio friulano. “È stata un’esperienza molto positiva – hanno fatto sapere da oltreoceano gli imprenditori -. I nostri prodotti sono stati apprezzati e molto da tutti i partecipanti”.

Considerati gli obietti-vi del progetto, tra i quali figurano la valorizzazione delle competenze e le relazioni dei corregionali all’estero per consentire alle imprese artigiane friulane di sondare e valutare le potenzialità di mercato dei propri prodotti, questa prima “missione” sembra aver seminato bene. Affidare agli artigiani lo sto-rytelling delle loro produzioni sembra infatti il metodo più efficace per valorizzare i prodotti e in questo senso, la formula dei mini eventi, realizzati in località estere individuate grazie alla rete dei Fogolârs, dà loro la possibilità di farlo in un clima coinvolgente, stringendo rapporti con i propri corregionali e i Fo-golârs stessi, usando anche la marilenghe.

Il presidente di Confartigianato-Imprese Udine, Graziano Tilatti, plaude all’iniziativa. “Trovare collegamenti con i nostri corregionali all’estero anche in chiave imprendito-riale è per le nostre imprese molto importante – dichiara Tilatti -. Un concetto nuovo di internazionalizzazione, che è anche un riconoscimento agli antichi valori delle relazioni umane, autentiche e di valorizzazione delle enormi competenze e potenzialità scientifiche, politiche ed economiche delle comunità friulane in tutti i continenti”.

(Visited 818 times, 1 visits today)

Note sull'autore

Seguici su Facebook