Fiume Veneto punta sul fotovoltaico e sul risparmio energetico

Efficientamento energetico per gli edifici e illuminazione pubblica

A Fiume Veneto sono in fase di avvio i lavori di efficientamento energetico della pubblica illuminazione, edifici comunali, scuole e palestre. Un piano da oltre 2,5 milioni di euro che sarà a carico della ditta che si è aggiudicata nel 2021 la concessione del servizio di gestione dell’energia elettrica e termica.

Tra gli altri, verranno sostituiti gli infissi (ufficio lavori pubblici) e generatori di calore (scuola primaria di Cimpello e le 4 unità della casa dello studente). Verrà rifatto l’impianto elettrico del municipio, mentre diversi saranno i nuovi impianti fotovoltaici e solare-termico, in particolare per biblioteca, municipio, scuola primaria di Bannia. In tutti gli immobili verranno installate delle valvole termostatiche, per una migliore gestione del calore, e rivista l’illuminazione con lampade a led, ove siano presenti ancora quelle di tecnologia precedente. Verranno installati anche dei sensori di presenza, per fare in modo che le luci si spengano automaticamente nel caso in cui non ci fossero più persone nelle stanze.

Una rivoluzione anche per quanto riguarda la pubblica illuminazione: saranno circa 2.600 i corpi illuminanti che verranno sostituiti con tecnologia a led, contestualmente al rifacimento dei quadri elettrici che garantiranno anche una efficiente gestione da remoto degli impianti.

“I lavori – dichiara il vicesindaco Roberto Corai – inizieranno tra qualche giorno partendo dai plessi scolastici, in modo sfruttare la pausa estiva delle scuole per evitare interferenze con le lezioni. E’ un intervento che avrà importanti ripercussioni positive sull’ambiente, permettendo una riduzione di circa 465 t di CO2 all’anno prodotte dagli edifici comunali. Con l’occasione verranno posizionate anche due stazioni di ricarica per auto elettriche.

La tutela dell’ambiente e della salute sarà centrale nei prossimi anni: stiamo affrontando i temi su più fronti, nel concreto con una visione d’insieme e una strategia seria che va dall’efficientamento energetico alla pianificazione urbanistica, perché mettere a disposizione dei cittadini centri abitati più sicuri e più puliti è un obiettivo non più rinviabile.

Condividi l'articolo