Perchè il primo giorno di primavera quest’anno è arrivato in anticipo

Il primo giorno di primavera.

Il 20 marzo e non il 21 come sempre. Da questo pomeriggio è cominciata, almeno dal punto di vista astronomico, la primavera. La prossima settimana, invece, vedremo il ritorno dell’ora legale. L’equinozio, ovvero il momento in cui giorno e notte hanno la stessa durata e che indica il cambio di stagione, è cominciato ufficialmente alle 16,33 di domenica 20 marzo. Se non ve ne siete accorti, è normale. Anche perchè la stagione più attesa dell’anno è iniziata, meteorologicamente parlano, almeno d una ventina di giorni. Le variazione di data è dovuta al fatto che il nostro calendario dura per praticità 365 giorni, ma l’anno sidereo, ossia il tempo impiegato effettivamente dalla terra per completare il proprio giro intorno al sole, è un po’ più lungo. 

Il momento dell’equinozio è quello in cui il sole si trova allo zenit dell’equatore e i raggi del sole sono perpendicolari all’asse di rotazione della Terra. È qui che inizia la primavera astronomica. C’è una differenza di 20 giorni fra l’inizio di tutte le stagioni meteorologiche e quelle astronomiche, che seguono il succedersi di solstizi ed equinozi. Dal punto di vista meteorologico si considerano estate e inverno i tre mesi più caldi e quelli più freddi, primavera e autunno coprono gli altri mesi come periodi intermedi.

Condividi l'articolo