Dai furti alle violenze, i dati sulla criminalità in Friuli nel rapporto annuale

Il rapporto annuale del Sole 24 Ore.

Trieste calcola il maggior numero di denunce del Friuli Venezia Giulia, seguita da Gorizia, Udine e infine da Pordenone, che in regione ha il più basso indice di criminalità. Questi i dati emersi dal tradizionale rapporto sulla criminalità elaborato dal Sole 24 Ore, sulla base delle segnalazioni del 2020 delle forze dell’ordine. Nello specifico, per la classifica generale di tutta Italia, Trieste è al 20esimo posto, con 7795 denunce di 3341,5 ogni 100 mila abitanti, Gorizia occupa il 45esimo posto con in totale 3948 denunce per 2836,1 ogni 100 mila abitanti, Udine è 90esima con 11453 denunce di 2176,3 ogni 100 mila abitanti, mentre Pordenone è al penultimo posto, quindi 105°, con 5756 denunce di 1841,2 abitanti ogni 100 mila abitanti.

Truffe e frodi informatiche.

Maglia nera per Gorizia che si classifica prima, con 881 denunce di 632,9 ogni 100 mila abitanti, in tutta Italia per truffe e frodi informatiche. Tra le top 10 troviamo anche la città di Trieste, al quinto posto con 1396 denunce di 598,4 ogni 100 mila abitanti. Seguono poi Pordenone che con 1481 denunce di 473,7 ogni 100 mila abitanti si posiziona 19esima e vicino troviamo Udine con 2388 denunce di 453,5 ogni 100 mila abitanti.

Violenze sessuali.

I dati per le denunce di violenze sessuali sono molto negativi per il Friuli, che risulta essere la regione d’Italia con ben due sue province al primo secondo posto. In cima troviamo Trieste con 48 denunce di 20,6 abitanti ogni 100 mila, mentre seconda è Gorizia con 24 denunce di 17,2 abitanti ogni 100 mila. Molto più infondo compaiono quasi vicine Udine e Pordenone: la prima al 68° posto con 33 denunce di 6,3 abitanti ogni 100 mila e la seconda al 79° posto con 17 denunce di 5,4 abitanti ogni 100 mila.

Sfruttamento della prostituzione e pornografia minorile.

Si potrebbe dire che è una conferma del Dossier “indifesa” di Terre des Hommes quanto ricavato per l’indicatore di “Sole 24 Ore” sullo sfruttamento della prostituzione e della pornografia minorile. Gorizia e Trieste infatti compaiono tra i primi posti di questa classifica nazionale. Al 3° posto c’è Gorizia, con 8 denunce di 5,7 abitanti ogni 100 mila, al 13° Trieste con 10 denunce di 4,3 abitanti ogni 100 mila. La 73esima e la 74esima sono occupate rispettivamente da Udine, con 7 denunce, e Pordenone, con 4 denunce, entrambe di 1,3 abitanti ogni 100 mila.

Estorsioni.

Anche per questa classifica troviamo le province di Trieste e Gorizia quasi a braccetto tra le prime posizioni. 10° posto per Trieste con 48 denunce di 20,6 abitanti ogni 100 mila e al 14° troviamo Gorizia con 27 denunce di 19,4 abitanti ogni 100 mila. Molto più infondo di classificano Udine, al 96° posto con 44 denunce di 8,4 abitanti ogni 100 mila, e alla 106° posizione, a chiusura di tutto l’elenco, c’è Pordenone, con 11 denunce di 3,5 abitanti ogni 100 mila.

Percosse.

Decimo posto in Italia per Trieste, che calcola 71 denunce per percosse di 30,4 abitanti ogni 100 mila, aggiudicandosi il primo posto per il Friuli. A seguire Gorizia, al 30° posto con 37 denunce di 26,6 abitanti ogni 100 mila. 71esima è Pordenone con 60 denunce di 19,2 abitanti ogni 100 mila e infine, per la regione, Udine al 86° posto su scala nazionale, con 89 denunce di 16,9 abitanti ogni 100 mila.

Lesioni dolose.

Trieste di nuovo in cima. Per il numero di “lesioni dolose”, il capoluogo di Regione si classifica secondo, mentre la provincia di Gorizia è al 7° posto. Rispettivamente si sono contati 341 denunce di 146,2 abitanti ogni 100 mila e 179 denunce di 128,5 abitanti ogni 100 mila. Situazione quasi del tutto ribaltata per Udine e Pordenone. La provincia udinese è al 100° posto con 330 denunce di 62,7 abitanti ogni 100 mila e, di nuovo, Pordenone chiude la classifica al 106° posto con 173 denunce di 55,3 abitanti ogni 100 mila.

Omicidi volontari consumati.

Sorpresa per l’indicatore sugli omicidi volontari consumati, perché questa volta le posizioni regionali sono quasi del tutto capovolte, in quanto sono state registrate denunce a Udine e Pordenone e non a Gorizia e Trieste. Al 53° posto su scala nazionale compare Udine, con 2 denunce di 0,4 abitanti ogni 100 mila, e al 62° posto Pordenone con 1 denuncia di 0,3 abitanti ogni 100 mila. Chiudono la classifica Gorizia e Trieste, che questa volta non riportano alcuna denuncia.

Tentati omicidi.

Nel Friuli 6 denunce di 2,6 abitanti ogni 100 mila, rende Trieste la 15° su scala nazionale. Segue Pordenone all’87° posto con 2 denunce di 0,6 abitanti ogni 100 mila e a fine classifica troviamo Udine con 1 denuncia di 0,2 abitanti ogni 100 mila e, al 106° abbiamo Gorizia, dove non si sono registrate denunce di questo tipo.

Furti di motociclo.

Ancora Trieste tra le più pericolose della regione, anche per quanto riguarda i numeri di furti di motociclo. Sono state calcolate infatti 118 denunce di 50,6 abitanti ogni 100 mila, e per questo motivo Trieste si trova nelle top 10 in Italia, nello specifico all’8° posto. Vicine e consecutive troviamo Pordenone, al 102° posto, Udine, alla 103° posizione e infine Gorizia al 104° posto in classifica. La prima con 3 denunce di 1 abitante ogni 100 mila, la seconda con 4 di 0,8 abitanti ogni 100 mila e la terza con 1 denuncia di 0,7 abitanti ogni 100 mila.

Furti in abitazione.

A Udine e Pordenone il numero dei furti in abitazione è il più alto del Friuli. Udine infatti si classifica 51esima su scala nazionale, con 893 denunce di 169,7 abitanti ogni 100 mila, mentre Pordenone è 64esima con 446 denunce di 142,7 abitanti ogni 100 mila. Segue Gorizia al 72° posto con 187 denunce di 134,3 abitanti ogni 100 mila e Trieste all’83° con 255 denunce di 109,3 abitanti ogni 100 mila.

Contraffazione di marchi e prodotti industriali.

È Gorizia la provincia con il numero di denunce per contraffazione di marchi e prodotti industriali registrati in regione. Con ben 28 denunce di 20,1 abitanti ogni 100 mila, Gorizia è seconda sull’elenco d’Italia. La segue Udine al 28° posto con 26 denunce di 4,9 abitanti ogni 100 mila, Trieste 37esima con 10 denunce di 4,3 abitanti ogni 100 mila e infine Pordenone all’89 posto con 4 denunce di 1,3 abitanti ogni 100 mila.

Usura.

Primo posto di nuovo per Gorizia, che con 4 denunce di 2,9 abitanti ogni 100 mila è la città prima in Italia e in regione per il crimine di usura. Con molta distanza troviamo Trieste, al 34° posto con una denuncia di 0,4 abitanti ogni 100 mila e Pordenone al 46° con 1 denuncia, ma di 0,3 abitanti ogni 100 mila. Nessuna denuncia da Udine, che infatti va a chiudere la classifica nazionale.

Condividi l'articolo