Lo spettacolo del Giro d’Italia in Friuli: 154 chilometri per la Mortegliano-Sappadda

La 19esima tappa del Giro d’Italia 2024 in Friuli.

Presentato il percorso del 107° Giro d’Italia, che si terrà dal 4 al 26 maggio 2024. Per il Friuli la tappa da segnare in rosso è la numero 19, la Mortegliano-Sappada, che si correrà il 24 maggio.

Lunga 154 chilometri, sulla carta una tappa di media difficoltà si patirà da Mortegliano con Passo Duron e Sella Valcalda prima del finale di Sappada. Si passerà anche da Peonis, dove morì Ottavio Bottecchia.

Le tappe del Giro d’Italia 2024.

Le Prime Tappe

Il Giro d’Italia 2024 inizia con due tappe inusuali che promettono di mettere alla prova i ciclisti, anche se non dovrebbero generare distacchi significativi. La prima tappa, da Venaria Reale a Torino (136 km), culmina con l’ascesa a Superga, in occasione del 75° anniversario della tragedia del Grande Torino. La seconda tappa, che parte da San Francesco al Campo e raggiunge la salita di Oropa (150 km), ricorda la leggendaria impresa di Marco Pantani nel 1999.

La terza tappa, da Novara a Fossano (165 km), offre l’opportunità ai velocisti di contendersi la vittoria, ma le asperità del percorso potrebbero complicare le cose.

La prima settimana

Durante la prima settimana, il Giro si sposta in Liguria e in Toscana, con tappe che comprendono tratti di sterrato, una cronometro individuale e arrivi in salita. Tra queste tappe, c’è l’arrivo a Lucca, una città ricca di storia e cultura.

La seconda settimana.

Dopo un giorno di riposo a Napoli, la seconda settimana del Giro prevede una tappa che collega Pompei e Cusano Mutri, con un arrivo in salita inedito. Altre tappe impegnative includono il percorso attraverso i “muri” delle Marche e una tappa che attraversa le zone colpite dall’alluvione del maggio 2023.

La terza settimana.

Nella terza settimana, il Giro si sposta nelle montagne delle Dolomiti, con arrivi in salita epici sul Passo dello Stelvio e il Passo Brocon. La Cima Coppi sarà ancora una volta il Passo dello Stelvio, con 2758 metri di altitudine. Le sfide montuose si susseguono con una tappa che attraversa il Monte Grappa e culmina con il grande arrivo a Roma, dove i corridori affronteranno un circuito cittadino.