Crisi energetica, la Slovenia chiede aiuto all’Italia. Il nodo del gasdotto di Gorizia

L’aumento delle forniture del gas alla Slovenia.

La Slovenia ha chiesto all’Italia di aumentare le forniture di gas, in particolare proveniente dall’Algeria per ridurre la dipendenza dalla Russia. Un patto di mutua assistenza nella fornitura in caso di grave carenza di gas. Vale la pena ricordare che esiste da tempo il progetto di un gasdotto da 11 miliardi di mc all’anno dal nodo magiaro di Nagykanizsa a Gorizia.

La richiesta fatta dalla Slovenia è stata formalizzata, nei giorni scorsi, da un accordo bilaterale di solidarietà nell’ambito del regolamento Ue 2017/1938 sulla sicurezza dell’approvvigionamento gas. Ad annunciare l’accordo è stato lo stesso ministro delle Infrastrutture di Lubiana, Jernej Vrtovec. Secondo il ministro, “è possibile importare dal terminale Gnl Croato di Krk e dall’Italia volumi di gas sufficienti a rendere la Slovenia indipendente dalle importazioni russe”.

Condividi l'articolo