Pannelli fotovoltaici e colonnine elettriche, le scuole diventano più green

Partnership tra Edr Gorizia, Engie Italia e AcegasApsAmga.

Scuole più sostenibili dal punto di vista ambientale e due nuovi punti di ricarica per auto elettriche. L’Ente di decentramento regionale di Gorizia e il Raggruppamento temporaneo di imprese composto da Engie Italia e AcegasApsAmga Servizi Energetici hanno avviato infatti un progetto per la realizzazione di interventi di riqualificazione e gestione degli impianti termici ed idrico sanitari di 23 edifici delle scuole superiori e per la realizzazione di due stazioni di ricarica elettrica per auto.

La riqualificazione delle scuole è esempio di sostenibilità e, al contempo, un auspicio per un ritorno in classe degli studenti. Un progetto che punta a raggiungere importanti risultati di risparmio energetico e rinnovamento degli impianti, portando un contributo concreto al raggiungimento degli obiettivi di sostenibilità dell’Agenda ONU 2030.

La partnership con Edr Gorizia prevede un investimento di 2,3 milioni di euro. Gli interventi programmati includono il rifacimento di centrali termiche, l’adeguamento normativo, l’installazione di telecontrollo e termoregolazione, e la progettazione e redazione di diagnosi energetica.

Il progetto prevede anche due colonnine elettriche per la ricarica di auto a beneficio dei dipendenti Edr Gorizia, alimentate con energia rinnovabile. La prima, già installata in via Enrico Mattei presso l’Isis. “G. Brignoli – L. Einaudi – G. Marconi di Staranzano, è alimentata da un impianto fotovoltaico da 6kW con pannelli monocristallini ad altissima efficienza e batteria al litio – ferro fosfato, in grado di garantire lunga durata e tempi di carica ridotti.

La tipologia di progettazione consentirà di riconfigurare in futuro l’impianto con massima flessibilità su potenze e possibilità di ricarica. Nell’ambito del progetto l’Rti ha anche, consegnato una Peugeot 208 full electric ad Edr Gorizia per permettere ai dipendenti di circolare in maniera sempre più sostenibile.

Edoardo Chicco e Lara Carlot, rispettivamente direttore del Servizio affari generali e direttore del Servizio tecnico dell’Edr Gorizia sono “fieri – hanno spiegato – di proseguire con la loro mission di mobilità sostenibile anche al di fuori del Comune di Gorizia. L’ente, nel proprio parco mezzi, aveva già la disponibilità di due e-bike con le quali il personale si spostava nei vari cantieri siti nel comune. Ora, con la nuova vettura, il personale potrà seguire in maniera sostenibile anche i cantieri siti nei comuni di Gradisca d’Isonzo, Monfalcone, Staranzano e Grado. Grazie alla collaborazione di Engie Italia e Ase Spa di Udine, in meno di due anni, nonostante le difficoltà organizzative incontrate dall’ente in fase di avvio – concludono –, sono state riqualificate le centrali termiche più obsolete a servizio degli Istituti scolastici d’istruzione superiore ubicati nel territorio dell’ex provincia di Gorizia.

“In Edr Gorizia – ha sottolineato Gianluca Benelli, direttore area Nordest di Engie Italia – abbiamo trovato una elevata preparazione tecnica e un’immediata comprensione dei benefici effettivi del progetto. Una volta ultimati gli interventi previsti, si genererà un risparmio energetico importante nonché un impatto positivo sull’ambiente, con un taglio di emissioni di 175 tonnellate di CO2 ogni anno, come se circolassero 90 auto in meno nel Comune di Gorizia”.

Il progetto, mette a servizio dell’Edr Gorizia il know-how di due fra le più importanti realtà impegnate nella transizione energetica dei territori, scegliendo soluzioni innovative per restituire alla comunità edifici più sostenibili ed efficienti – spiega Giorgio Golinelli, amministratore selegato AcegasApsAmga Servizi Energetici –. Per raggiungere gli ambiziosi obiettivi di sostenibilità Globale Onu al 2030 è fondamentale la collaborazione fra più soggetti, pubblici e privati : questa iniziativa concretizza esattamente questo spirito”.

(Visited 455 times, 1 visits today)

Note sull'autore